Sky Arte HD
SkyArte

Alberto Korda e la politica per immagini

6 maggio 2015

Alberto Korda Fidel guarda orizzonte

A distanza di tre anni, lo spazio espositivo milanese dedica una seconda retrospettiva ad Alberto Dìaz Gutièrrez, meglio conosciuto come Alberto Korda, scomparso nel 2001 e noto al mondo come il fotografo che più – e meglio – ha consegnato alla storia le figure di Fidel Castro ed Ernesto “Che” Guevara.

Da giovedì 7 maggio, e fino al 5 giugno, la galleria Ca’ di Fra’ Arte Contemporanea proporrà al pubblico una trentina di foto vintage, che comporranno l’affascinante rassegna La resistenza delle Immagini.
Fin dal titolo, la mostra rivela un’attenzione particolare alle personalità politiche ritratte negli scatti. Se la prima esposizione del 2012 si concentrava sui momenti di svago e di lavoro quotidiano vissuti da Fidel Castro e Guevara, l’imminente retrospettiva si focalizza invece sulle attività politiche ufficiali.

Fotografo personale di Fidel Castro per oltre dieci anni, Alberto Korda si legò anche a un altro emblema della politica cubana, Ernesto “Che” Guevara, realizzando il celeberrimo scatto Guerrillero Heroico, ritraendo Guevara durante il funerale delle vittime della nave La Coubre nel 1960.
Grazie anche all’intervento del giovane Giangiacomo Feltrinelli, questo scatto è divenuto un’icona internazionale del guerrigliero che combatte per la libertà.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close