Sky Arte HD
SkyArte

Finalmente nelle sale italiane il documentario su David Lynch

26 gennaio 2017

David Lynch all'evento "An Intimate Night Of Jazz" tenutosi alla David Lynch Foundation nel dicembre del 2012 (Photo by Rob Kim/Getty Images)

L’anteprima di David Lynch: The Art Life è stato uno degli appuntamenti clou della 73. Mostra del Cinema di Venezia. La recente diffusione del trailer anticipa l’uscita dell’attesa pellicola nei cinema italiani: per i numerosi fan del regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense, la data da segnare in agenda è il 20 febbraio 2017. Diretta da Rick Barnes, Jon Nguyen, Olivia Neergaard-Holm e distribuita da Wanted, dopo il passaggio nei cinema la pellicola andrà in onda su Sky Arte HD, a marzo 2017.

Nell’arco di 90 minuti, il documentario David Lynch: The Art Life tratteggia un inedito ritratto privato del cineasta. La formula scelta dai registi combina estratti delle sue prime opere, immagini e musiche con filmati registrati nello studio privato dell’artista, sulle colline hollywoodiane. Lynch si muove in vari luoghi a lui cari, come il laboratorio di pittura e scultura all’interno del quale si misura con le altre forme di arte visiva a lui congeniali.

Come noto, l’opera è il risultato di una lunga gestazione. L’idea alla base del progetto risale infatti al 2004 e venne lanciata nel corso delle riprese di Inland Empire. Si tratta del film presentato da David Lynch nel corso della 63. Mostra del Cinema di Venezia, nel settembre 2006, nonché sua prima opera interamente girata in digitale.
Dopo 12 anni di lavoro – e una campagna di crowdfunding – per The Art Life è arrivato il momento della piena visibilità.

Il 2017, inoltre, rappresenta un anno significativo nella parabola professionale del regista. L’altrettanto atteso sequel di Twin Peaks andrà in onda su Showtime a partire dal 21 maggio 2017. Assoluto cult degli anni Novanta, dopo 25 anni dall’esordio promette di tenere di nuovo con il fiato sospeso gli appassionati del genere. Gli episodi, concepiti da Lynch e Frost, si legheranno alla prima serie anche grazie alla presenza di alcuni dei precedenti protagonisti.