Sky Arte HD
SkyArte

Il Rinascimento Elettronico di Bill Viola, a Firenze

9 marzo 2017

Bill Viola Emergence (Emersione) 2002, 11’40”. Retroproiezione video a colori ad alta definizione su schermo montato a parete in una stanza buia. Interpreti: Weba Garretson, John Hay, Sarah Steben. Courtesy Bill Viola Studio

Si accendono i riflettori su Bill Viola. Rinascimento Elettronico, la nuova mostra con cui, a Firenze, la Fondazione Palazzo Strozzi punta a ripetere il successo conseguito da Ai Weiwei. Libero, prima grande retrospettiva italiana dedicata al controverso artista cinese, aperta fino allo scorso gennaio. Curata da Arturo Galansino – Direttore Generale Fondazione Palazzo Strozzi – e da Kira Perov – direttrice del Bill Viola Studio, con sede in California, e moglie dell’artista – la retrospettiva sul pioniere della videoarte è una delle più grandi e complete tra quelle realizzate su di lui.
Attraverso un’ampia gamma tecnologica, che attesta anche il costante progresso degli strumenti video, la mostra ripercorre oltre 40 anni di carriera e presenta una selezione di 26 opere, dagli anni Settanta ai giorni nostri.

L’aspetto di assoluto rilievo di Rinascimento Elettronico è rappresentato non solo dall’ampiezza dei lavori esposti, ma anche dall’attivazione di una serie di confronti, fin qui mai avvenuti, tra Viola e gli artisti del Rinascimento che lo hanno ispirato. Infatti, rendendo omaggio e ricordando la cruciale esperienza maturata dall’artista a Firenze – vi soggiornò negli anni Settanta per diversi mesi, ricoprendo l’incarico di direttore tecnico del centro di produzione e documentazione sul video art/tapes/22 – il percorso espositivo affianca i capolavori di Pontormo, Masolino da Panicale, Paolo Uccello e Lukas Cranach con le installazioni video-audio di Viola.

Aperta fino al 23 luglio 2017, la retrospettiva rappresenta un evento corale, al quale aderiscono anche altre sedi espositive fiorentine e toscane. Nell’itinerario che si snoda attraverso il centro storico, i visitatori potranno ammirare alcune opere di Viola esposte alle Gallerie degli Uffizi, al Museo di Santa Maria Novella, al Battistero di San Giovanni e al Museo dell’Opera del Duomo.
In giro per la Toscana, inoltre, ulteriori appuntamenti in tema coinvolgeranno, per l’intero periodo di apertura, Empoli, Arezzo e Carmignano (Prato), località in cui è stabilmente conservata la Visitazione del Pontormo. Questo straordinario olio su tavola, a Palazzo Strozzi, viene posto in dialogo con l’emozionante video The Greeting, che debuttò con grande successo alla Biennale di Venezia del 1995.

Numerose, infine, le iniziative educative e le attività collaterali sviluppate in occasione della retrospettiva. Piena centralità è stata conferita al tema dell’accessibilità: nel programma sono infatti inclusi alcuni progetti concepiti per le persone affette da Alzheimer, per soggetti con disabilità fisica, psichica o cognitiva e per ragazzi, dai 15 ai 20 anni, affetti da autismo.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close