Sky Arte HD
SkyArte

L’incredibile ritrovamento delle stampe di Francisco Goya

19 marzo 2017

Francisco Goya, La Tauromaquia, 1815-16

È una scoperta che mescola dimensione fiabesca e realtà, quella verificatasi tra le mura dello Château de Montigny, a Eure-et-Loir, nel nord della Francia. Sugli scaffali della sua libreria, i nuovi eredi della suggestiva magione hanno trovato un’eccezionale cartella di incisioni firmate da uno dei maestri della creatività spagnola sette-ottocentesca.

Stiamo parlando di Francisco Goya e l’incredibile ritrovamento è legato alle incisioni dedicate dall’artista al tema della Tauromaquia. Il set, completo, raccoglie 33 incisioni in bianco e nero, in perfette condizioni, create dal pittore fra il 1815 e il 1816. Insieme a esse, la libreria del castello francese ha restituito anche 90 litografie firmate H. Bellangé.

Secondo le ricostruzioni storiche, i lavori sarebbero giunti allo Château de Montigny nel 1831 dalla corte di Madrid, dove Goya aveva prestato servizio durante il regno di Carlo IV, ritraendone la stirpe familiare. Le incisioni rappresentano un importante focus di opere, che attestano il talento grafico di Goya e lo stile inconfondibile.

Il prossimo 4 aprile l’album sarà messo all’asta da Sotheby’s, a Londra, con una stima inclusa fra le 300 e le 500mila sterline. Una cifra particolarmente cauta se si pensa che nel 2013 un altro set completo della Tauromaquia fu venduto da Christie’s, a New York, per 1,9 milioni di dollari, segnando un record assoluto nel campo delle stampe firmate da Goya.