Sky Arte HD
SkyArte

I V&A Illustration Awards premiano il meglio dell’illustrazione inglese

30 maggio 2017

Book_Illustration_Benji_Davis_The_Storm_Whale_in_Winter

Resteranno in mostra alla NAL Library Landing di Londra, fino al 20 agosto 2017, i migliori prodotti editoriali illustrati selezionati – e premiati – in occasione dei V&A Illustration Awards 2017.
Istituito nel 1972, il massimo riconoscimento è stato assegnato quest’anno all’artista Richard Allen, autore che ha all’attivo collaborazioni con numerose testate internazionali come The Sunday Telegraph, The Guardian e The New Yorker.

Allen è stato insignito del premio più ambito, il Moira Gemmill Illustrator of the Year Prize – in memoria dell’ex direttore del dipartimento di Design del Victoria & Albert Museuem – e ha trionfato anche nella sezione Best Editorial Illustration con l’opera dal titolo Trump Wave (in apertura, la copertina).
Pubblicata dalla testata The Sunday Telegraph Money il 13 novembre 2016, l’illustrazione attinge alla riconoscibile acconciatura del Presidente degli Stati Uniti d’America per accompagnare un articolo relativo all’impatto, potenzialmente drammatico, della vittoria elettorale di Trump sui mercati finanziari globali. Sintetica ed eloquente, la raffigurazione risulta umoristica senza sfociare nella banalità, come ha osservato la giuria formata da Beryl Kingston, Jane Scherbaum, Jason Brooks, John O’Reilly e Loyd Grossman.

Ulteriori premi, del valore di 3.000 sterline, sono stati conferiti a JARVIS per Alan’s Big Scary Teeth nella categoria Best Illustrated Book e ad Aino-Maija Metsola per Virginia Woolf Series, che ha avuto la meglio sui finalisti selezionati nella sezione Book Cover Design. Beatriz Lostalé Seijo, grazie al lavoro dal titolo The Odyssey, ha conquistato il titolo di Student Illustrator of the Year; Tom Spooner ha invece conseguito lo Student Runner-Up.

L’albo d’oro dei V&A Illustration Awards 2017 include tra i premiati autori noti al grande pubblico come Sir Quentin Blake, Ralph Steadman, Posy Simmonds, Sara Fanelli e Yasmeen Ismail. Fino a ottobre 2017 restano aperte, sul sito del museo londinese, le iscrizioni alla prossima edizione.