Sky Arte HD
SkyArte

Weekend d’estate in Toscana: ​torna Cèramica, a Montelupo Fiorentino

17 giugno 2017

Thomas Lange 1

Si rinnova l’appuntamento con Cèramica 2017. Rinascimenti. Storie di terre, territori e talenti, kermesse che fino a domenica 18 giugno anima Montelupo Fiorentino con un robusto palinsesto di iniziative. I visitatori che raggiungeranno la città toscana, la cui fama a partire dal Rinascimento si lega appunto alla produzione ceramica, potranno prendere ai festeggiamenti per il 25esimo anniversario della manifestazione. Le aziende del territorio che aderiscono al circuito promuovono nei propri spazi – sia di lavoro sia espositivi – laboratori e visite, secondo un proprio calendario; in queste sedi vengono inoltre promossi concerti d’archi, aperitivi e installazioni con la partecipazione di importanti artisti.

Dalle 10 alle 21 di ogni giorno, inoltre, l’interno centro storico è coinvolto dalla manifestazione con mostre, installazioni e la mostra-mercato. Tra gli appuntamenti da segnalare ci sono Non sporcare il fiume, antologica dell’artista tedesco Thomas Lange a cura di Marco Tonelli, che resterà aperta al 3 luglio prossimo, al Palazzo Podestarile (a cui si riferisce l’immagine in apertura). La Prioria di San Lorenzo accoglie la personale di Giovanni Chilleri; uno spazio espositivo in via Caverni 20 quella di Onofrio Pepe.
Offre una concreta testimonianza della versatilità della ceramica Anima Mundi. La natura racconta un gioiello, alla Fornace Cioni Alderighi, la collettiva sul tema del jewel design con esemplari in ceramica e un focus sulle nuove tecnologie, come la stampa 3D, applicate alla realizzazione di manufatti in ceramica. La Fornace, inoltre, ospita una rassegna dedicata alla Strada della Ceramica di Montelupo, il cui cuore è il “Rosso di Montelupo”, principale manufatto della collezione del Museo della Ceramica.

Cèramica 2017. Rinascimenti. Storie di terre, territori e talenti può inoltre essere l’occasione per accedere al laboratorio del noto artista Paolo Staccioli e all’Atelier Marco Bagnoli, recentemente rinnovato.
Spazio anche alle installazioni multimediali, con le proiezioni, sul muro che costeggia il fiume Pesa, di un video realizzato che restituisce la vicenda storica della manifattura della città, e di un lavoro video focalizzato sulla ceramica all’ex fabbrica Fanciullacci, sede di una storica azienda locale destinata al recupero.