Sky Arte HD
SkyArte

Ricordi e prime prove artistiche di Edward Hopper arrivano nel museo a lui dedicato

25 luglio 2017

This image was drawn on the back of Edward Hopper’s third grade report card dated October 23, 1891, when Hopper was nine years old. Edward Hopper (1882-1967), Little Boy Looking at the Sea, n.d., ink on paper, 4.5 x 3.5 in. The Arthayer R. Sanborn Hopper Collection Trust

È un annuncio che ha catalizzato l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori quello diramato dalla Edward Hopper House, il centro per le arti e il museo senza fini di lucro con sede nella casa natale dell’omonimo pittore, noto per il taglio incredibilmente realistico con cui descriveva i suoi soggetti.

La notizia riguarda l’acquisizione di oltre mille fra memorabilia, documenti e opere giovanili, messe a disposizione da The Arthayer R. Sanborn Hopper Collection Trust. La preziosa raccolta include lettere, disegni, fotografie, articoli di giornale e gli affascinati taccuini TC, Three Commodores, tutti appartenenti alla giovinezza dell’artista.

La collaborazione con Sanborn si è rivelata un ottimo sostegno all’operato della Edward Hopper House, da sempre in prima linea nella salvaguardia della memoria del pittore e nella promozione della sua arte. Il ricco corpus di memorabilia custodito da Sanborn consentirà ora al pubblico di conoscere in maniera più approfondita la vicenda artistica di Hopper.

A rendere ancora più emozionante il tutto, ci pensa l’ambiente che fa da sfondo alla raccolta: la casa in cui Hopper visse fino al 1910 e il paese natale – Nyack, nello Stato di New York – offrono a chiunque vi giunga una serie di evidenti richiami visivi; alle radici stesse della poetica del pittore americano.

[Immagine in apertura: Edward Hopper, Little Boy Looking at the Sea, disegno sul retro della pagella dell’artista, 23 ottobre 1891 (quando l’artista aveva 9 anni), The Arthayer R. Sanborn Hopper Collection Trust]