Sky Arte HD
SkyArte

I sorprendenti aquiloni di Alexander Graham Bell

2 settembre 2017

Alexander Graham Bell (a sinistra) e i suoi assistenti mentre testano un aquilone tetraedrico, 1908. Fonte Congress Library, via PublicDomainReview

Tra i fondatori della National Geographic Society, Alexander Graham Bell è passato alla storia per le ricerche e le invenzioni grazie alle quali riuscì a dare uno straordinario impulso a diversi settori scientifici. Nel 1876 brevettò, primo nel mondo, un prototipo di telefono detto funzionale, assicurando agli Stati Uniti la “paternità” di un’invenzione destinata a rivoluzionare la comunicazione umana. Lo stesso ambito in cui anche l’italiano Antonio Meucci stava conducendo da tempo esperimenti e la “contesa” sul primato di questa invenzione continua ad animare non solo gli specialisti.

La notorietà raggiunta con il progetto dell’apparecchio telefonico non ostacolò gli interessi sviluppati su altri fronti: in particolare, Alexander Graham Bell era affascinato dal volo. Tale passione lo spinse a studiare la naturale attitudine degli uccelli e a sperimentare modelli di aquiloni dalle elevate prestazioni. I risultati conseguiti, oltre che attraverso disegni e schizzi, sono giunti fino ai nostri giorni grazie a fotografie e articoli pubblicati sul National Geographic Magazine e nel bollettino della sua Aerial Experiment Association, attiva dal 1907 al 1909.

Gli esperimenti sul fronte degli aquiloni tetraedrici vennero intrapresi da Graham Bell nel 1898: in questa forma, l’inventore individuò la soluzione per sviluppare una struttura resistente e affidabile, dalle pressoché infinite possibilità di combinazione e accrescimento, grazie alle estensioni da fissare lungo tutte le direzioni assiali. Le fotografie d’epoca costituiscono una testimonianza tangibile ed emozionante degli sforzi messi in campo in questo specifico settore: Graham Bell riuscì a realizzare versioni di dimensioni considerevoli ‒ appartenenti alla serie Cygnet ‒, concepite per essere dotate di motori e per tentare voli umani.

[Immagine in apertura: Alexander Graham Bell (a sinistra) e i suoi assistenti mentre testano un aquilone tetraedrico, 1908. Fonte Biblioteca del Congresso – Washington, via PublicDomainReview]