Sky Arte HD
SkyArte

I “giardini fantasma” di Le Havre, per celebrare i 500 anni della città

10 settembre 2017

"Jardins fantômes", permanent installation, Bassin du Roy - le Havre. Photo credit: Courtesy Studio Baptiste Debombourg & Galerie Patricia Dorfmann - Paris

In occasione delle celebrazioni per il 500° anniversario della fondazione della città di Le Havre, nota destinazione nella regione della Normandia, l’artista Baptiste Debombourg è stato incaricato di realizzare un intervento artistico permanente e su scala urbana. Nel corso degli eventi raccolti nel cartellone Un été au Havre, promosso per l’occasione, è stato presentato il risultato del suo lavoro.
La nuova installazione Jardins fantômes occupa un’estesa porzione delle pareti perimetrali del cosiddetto “Bassin du Roy”, nucleo originario del primo porto della città francese, inaugurato nel XVI secolo.
L’artista ha scelto di evocare lo stile decorativo di una delle stanze dello Château de Blois – uno dei castelli appartenuti di Francesco I, cui si deve la fondazione di Le Havre l’8 ottobre 1517  – fissando sui muri una serie di opere bidimensionali unificate dall’impiego dell’acciaio Corten dello spessore di 15 mm.
Ultimata nel corso di 30 mesi, la realizzazione di Jardins fantômes potrà dirsi davvero completa solo con il trascorrere del tempo e con le interazioni con l’acqua e gli altri agenti atmosferici. Verosimilmente, infatti, le onde, i pesci, le alghe entreranno in relazione con la struttura metallica, dando vita a scenari mutevoli e tutti da scoprire.
Nelle sue opere l’artista visivo Baptiste Debombourg tende a “divulgare le storie inespresse“, offrendo un’occasione per riflettere “sul tempo, sulla storia, sulla memoria e sui sogni“.