Sky Arte HD
SkyArte

Verso il Museo della Sedia Leggera di Chiavari

19 settembre 2017

L'inizio-di-una-sedia,-Lorenzo-D'Anteo,-installation-view

Jacopo Benassi, Lorenzo D’Anteo, Marco Andrea Magni e Beatrice Meoni sono i 4 artisti scelti dai curatori Mario Commone e Lara Conte per attivare un dialogo con
la storia e la memoria di un luogo particolare per la città di Chiavari (in provincia di Genova): il Museo Guido e Anna Rocca.
Fino al 14 ottobre questi spazi espositivi – in parte compresi nell’ex laboratorio Guido Rocca e prossimamente adibiti a sede del Museo della sedia leggera – ospiteranno gli interventi degli autori selezionati.

Ciascuna delle loro opere propone una “narrazione autonoma e indipendente” e costituisce una sorta di invito rivolto ai visitatori affinché si pongano  in ascolto di questi ambienti, fondamentali per l’identità collettiva della comunità locale.
Con l’esperienza di L’inizio di una sedia. Artisti al Museo Guido e Anna Rocca prende in effetti avvio il percorso che condurrà all’apertura del nuovo museo ligure. L’itinerario di avvicinamento alla nascita di questa istituzione – che si concretizzerà con la musealizzazione del laboratorio di produzione artigianale di Guido Rocca, al cui interno saranno esposti oggetti, disegni progettuali e documenti vari provenienti dal
lascito Rocca – sarà intervallato da ulteriori esposizioni, convegni, conferenze e dalla costituzione di un archivio storico della sedia leggera.

Come noto, la classica “seduta di Chiavari” ha sollecitato negli anni figure di primo piano della scena architettonica: uno dei casi più celebri fu senza dubbio la progettazione di una variante della celeberrima seduta ad opera di Gio Ponti, nota come Superleggera.