Sky Arte HD
SkyArte

La vittoria assoluta di Bruno Mars ai Grammy Awards 2018

29 gennaio 2018

Bruno Mars live nel 2010 a Houston, photo by Brothers Lee fonte Flickr

Bruno Mars è il vincitore assoluto della 60esima edizione dei Grammy Awards, che si è svolta nella notte (per l’Italia) del 28 gennaio al Madison Square Garden di New York. Nonostante fosse il rapper Jay-Z il favorito con 8 nomination, l’ha spuntata il cantante hawaiano che ama Michael Jackson, aggiudicandosi tutti e 6 i premi per i quali era candidato; tre nelle categorie minori, gli altri in quelle più importanti: Album of the Year (24K Magic), Record of the Year e Best Song of the Year (con il brano That’s What I Like).
Segue a ruota Kendrick Lamar, che ha conquistato 5 Grammy, compreso il miglior album rap (DAMN) e la miglior canzone rap (HUMBLE), oltre a tre riconoscimenti secondari, come il Best Rap/Sung Performance (Loyalty) condiviso con Rihanna.

Questa edizione dei Grammy è stata caratterizzata dai tanti discorsi e momenti dedicati ai movimenti #Metoo – quasi tutte le star presenti alla serata hanno indossato una rosa bianca, come simbolo della lotta delle donne contro gli abusi – e da esibizioni in tema: Elton John ha cantato Tiny Dancer (insieme a Miley Cyrus) con una rosa bianca sul pianoforte e la pop star Kesha – nota per la battaglia legale contro il suo produttore Dr. Luke, da lei accusato di violenza sessuale – si è esibita in una commovente Praying insieme ad un gruppo di colleghe, tra cui Cyndi Lauper.

[Immagine in apertura: Bruno Mars live nel 2010 a Houston, photo by Brothers Lee, fonte Flickr]