Sky Arte HD
SkyArte

Dopo Madrid, anche Barcellona ricorda William Morris, pioniere del design

25 febbraio 2018

2 / 5 William Morris, Jeffrey & Co., Morris & Co. Pimpernell Wallpaper, c. 1876 © Morris & Co.

Con William Morris and Company: The Arts and Crafts Movement in Great Britain, prima la Fondazione Juan March, a Madrid, e ora il Museo d’arte di Catalogna a Barcellona ripercorrono la carriera e la produzione del poliedrico padre del movimento britannico Arts & Crafts.
Dopo il debutto nella capitale spagnola, dal 22 febbraio al 21 maggio 2018 la monografia fa tappa nella città che fu – architettonicamente – di Gaudí, al Museo Nazionale d’arte di Catalogna all’interno del celebre Parc de Montjuïc.

Figura chiave di quella generazione di architetti, designer, artisti e artigiani tanto animata da una profonda passione per l’artigianato tradizionale quanto distante dai processi di industrializzazione verso cui la società inglese tendeva con vigore, in questo appuntamento William Morris viene analizzato da molteplici punti di osservazione.
Designer, artigiano, poeta e “agitatore sociale”, fu tra le voci più carismatiche e influenti del movimento Arts & Crafts, che promuoveva il rinnovamento dell’artigianato, incoraggiava il ricorso a metodologie semplici e all’impiego di materiali di alta qualità, nell’ottica di una vita condotta a distanza ridotta dalla Natura e senza eccessi: tutti atteggiamenti indicati da alcuni osservatori dei giorni nostri una sorta di “modello di ispirazione” per la progettazione sostenibile.

Il percorso espositivo si snoda fra 300 pezzi, tra cui mobili, tessuti, carte da parati, gioielli, vetri, ceramiche, dipinti, stampe, fotografie e libri. Articolata in 4 sezioni tematiche, William Morris and Company: The Arts and Crafts Movement in Great Britain estende l’orizzonte, nel finale, oltre i confini del Regno Unito.
La conclusione è infatti affidata a The Spread of the Arts and Crafts (1890-1914), il cui focus è l’esame delle connessioni tra il movimento animato da Morris e compagni e le sue “declinazioni” nel resto dell’Europa, con un’analisi dei contesti di Germania, Austria, Paesi Bassi, Finlandia, Svezia, Norvegia, Danimarca, Spagna, ma anche negli Stati Uniti.
Ad emergere sono quindi le esperienze dell’Art Nouveau francese, dello Jugendstil tedesco, del Modernismo catalano, nonché i primi passi di quello che sarebbe diventato il linguaggio architettonico identificativo di Frank Lloyd Wright.

[Immagine in apertura: William Morris, Jeffrey & Co., Morris & Co. Pimpernell Wallpaper, c. 1876 © Morris & Co.]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close