Sky Arte HD
SkyArte

Il modernismo di Tarsila do Amaral, dal Brasile a New York

10 febbraio 2018

Tarsila do Amaral. Postcard (Cartão-postal), 1929. Oil on canvas. 50 3/16 x 56 1/8 in. (127.5 x 142.5 cm). Private collection, Rio de Janeiro. © Tarsila do Amaral Licenciamentos

Originaria di San Paolo, dove è nata nel 1886, Tarsila do Amaral – o Tarsila, come è affettuosamente conosciuta in Brasile – è al centro di una mostra in apertura il prossimo 11 febbraio a New York. Per la prima volta il MoMA – Museum of Modern Art si concentra su questa figura fondamentale per la storia del Modernismo in America Latina, ospitando una retrospettiva senza precedenti per gli Stati Uniti.
Ampia e accurata, la rassegna si snoda tra circa 120 opere: dipinti, disegni, quaderni di schizzi, fotografie e altri documenti storici, concessi per l’occasione da collezioni sudamericane, statunitensi ed europee, ricostruiscono la sua carriera, a partire dagli esordi parigini.

Con una formazione in patria in pianoforte, scultura e disegno, Tarsila lasciò il Brasile nel 1920: nella capitale francese frequentò l’Académie Julian, entrando in contatto con artisti come André Lhote, Albert Gleizes e Fernand Léger.
A questa fase, da lei stessa ribattezzata il “servizio militare nel cubismo”, seguì la formazione del suo stile pittorico, caratterizzato da linee sintetiche e volumi sensuali, utilizzati per raffigurare paesaggi e scene vernacolari, sempre accompagnati da una ricca tavolozza di colori.

Aperta fino al 3 giugno, Tarsila do Amaral: Inventing Modern Art in Brazil fa luce sul contributo dell’artista nella diffusione in Brasile del movimento modernista, ripercorrendo anche i suoi frequenti viaggi in Europa e i contatti con le comunità artistiche locali ed europee.

[Immagine in apertura: Tarsila do Amaral, Postcard (Cartão-postal), 1929. Private collection, Rio de Janeiro. © Tarsila do Amaral Licenciamentos]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close