Sky Arte HD
SkyArte

La nascita dell’Italia contemporanea, dipinta da Guttuso, Fontana e Schifano

15 marzo 2018

Nell’anno in cui ricorre il cinquantenario del Sessantotto, Palazzo Strozzi sceglie di concentrarsi sul panorama artistico e sociale italiano del secondo dopoguerra con Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano.
A partire dal 16 marzo, la mostra curata da Luca Massimo Barbero esamina infatti il contesto nazionale tra gli anni Cinquanta e il periodo della contestazione attraverso 80 opere.

Renato Guttuso, Lucio Fontana, Alberto Burri, Emilio Vedova, Enrico Castellani, Piero Manzoni, Pino Pascali, Mario Schifano, Mario Merz e Michelangelo Pistoletto sono alcuni degli artisti selezionati per questo “viaggio a ritroso nel tempo” che, a differenza di analoghe esperienze espositive, non punta a “presentare la completezza del panorama artistico italiano dell’epoca“, quanto a “definire una sua chiave di lettura possibile“, come sottolineato dallo stesso curatore.
Snodandosi tra 8 sezioni tematiche, la mostra intercetta i processi più significativi del periodo analizzato: dalla diatriba tra Realismo e Astrazione al trionfo dell’Arte Informale; dalle sperimentazioni condotte su immagini, gesti e figure della Pop Art all’esperienza “liberatoria” della pittura monocroma, in un’ottica che include anche i nuovi linguaggi dell’Arte Povera e del Concettuale.

Aperta fino al 22 luglio prossimo, Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano fa propria la longeva tradizione di Palazzo Strozzi sul fronte degli appuntamenti collaterali. Per l’intera durata della mostra sono infatti previsti incontri, laboratori, attività in sede e sul territorio; confermati, inoltre, le iniziative per favorire l’accessibilità destinate alle persone con Alzheimer e agli operatori che se ne prendono cura, ai ragazzi con disturbi dello spettro acustico e ai gruppi di persone con disabilità fisica, psichica o cognitiva.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close