Sky Arte HD
SkyArte

Marinetti e Nuvolari, due professionisti della velocità

8 marzo 2018

Farewell, Cimitero Monumentale di Milano, 2009. Photo by L'Orso Sul Monociclo, fonte Flickr

Hanno condiviso un’epoca e la passione per il mito della velocità, pur esplicitando questo comune interesse attraverso scelte di vita piuttosto differenti. Stiamo parlando del futurista Filippo Tommaso Marinetti e del pilota Tazio Nuvolari, tra i protagonisti della serie Gli Immortali ‒ Artisti per sempre, in onda su Sky Arte HD e condotta da Giorgio Porrà.

Ciascun episodio narra le vicende di due artisti passati alla Storia grazie a un talento creativo che ha reso il loro ricordo imperituro; il racconto prende ogni volta forma nei cimiteri che ne custodiscono le spoglie. Dopo aver fatto tappa a Parigi, Genova, in Sardegna, a Torino e a San Felice Circeo, l’inusuale itinerario raggiunge il cimitero Monumentale di Milano e il cimitero degli Angeli di Mantova.

Custode della memoria di Filippo Tommaso Marinetti – oltre a quella di Alessandro Manzoni, Bruno Munari e Giorgio Gaber, solo per citarne alcuni – il cimitero milanese fu istituito nel 1866, affermandosi fin dall’inizio come un vero e proprio monumento cittadino.
Il ricorso ad architetture poderose e a un mix di stili, che spazia dal gotico al romanico lombardo e pisano fino all’eclettismo ottocentesco e al Liberty, contribuisce ad accentuare il rilievo, anche dal punto di vista artistico, di un cimitero fra i più noti d’Italia.

Il cimitero degli Angeli di Mantova, invece, è custode delle spoglie di Tazio Nuvolari, deceduto nella città lombarda nel 1953. Costruito nel 1797, il luogo di sepoltura mantovano prese il posto dei cimiteri cittadini e fu realizzato oltre i limiti dell’area urbana. Per ovviare all’aspetto incompiuto, nel 1904 l’architetto Ernesto Pirovano fu incaricato di mettere a punto una serie di ampliamenti e progettare la nuova facciata. Il progetto si aggiudicò il premio Reale di Architettura all’Esposizione Internazionale di Milano nel 1906, ma non fu realizzato completamente, anche a causa di successive modifiche che si rivelarono troppo dispendiose. Ciò nonostante, i lavori di sistemazione terminarono nel 1938.

[Immagine in apertura: Farewell, Cimitero Monumentale di Milano, 2009. Photo by L’Orso Sul Monociclo, fonte Flickr]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close