Sky Arte HD
SkyArte

I fiamminghi in Sicilia, in mostra a Palermo

15 aprile 2018

Cos’hanno in comune la Sicilia, le Fiandre e l’Olanda? L’arte, che nel corso dei secoli ha la straordinaria capacità di avvicinare regioni anche diverse tra loro. Ne è una prova la mostra Sicilië – Pittura Fiamminga, in corso fino al 28 maggio all’interno di Palazzo Reale a Palermo.
Promossa dalla Fondazione Federico II e dall’assessorato regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, l’esposizione si muove su un doppio binario. Da una parte, presenta una selezione di importanti dipinti fiamminghi giunti in Sicilia attraverso committenze artistiche e acquisizioni da parte di appassionati collezionisti; dall’altro, racconta come gli artisti di origine fiamminga e olandese fossero attivi nel solco delle tradizioni isolane già a partire dal Cinquecento.

Spicca nel percorso espositivo un’opera che finalmente viene svelata al pubblico dopo 32 anni di oblio: una tavoletta in legno raffigurante Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto, parte di un trittico di cui risulta dispersa la parte centrale.
Numerosi, inoltre, sono i capolavori che vale la pena menzionare. Tra questi, sicuramente vi è l’opera più celebre di Mabuse – ovvero Jean Gossart: il Trittico di Malvagna (di cui riportiamo in fronte nell’immagine in apertura), finissima opera miniaturista che rappresenta una Madonna col bambino tra angeli, ancora Santa Caterina d’Alessandria e Santa Dorotea, mentre sul retro del pannello campeggia lo stemma della famiglia dei Lanza.
Dalla collezione Chiaramonte Bordonaro è giunta invece la Madonna con Bambino di Anton van Dyck, già allievo di Rubens la cui fama sarà destinata a raggiungere quella del Maestro; sempre di van Dyck è presente in mostra una Crocifissione (conservata in una collezione privata a Palazzo Alliata di Villafranca), che riscosse già tra i contemporanei un gran successo per la maestria nel cogliere il Cristo proprio quando esala l’ultimo respiro.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close