Sky Arte HD
SkyArte

A riportare le opere d’arte trafugate nei musei ci pensa (anche) un’app

7 maggio 2018

Dal binomio tra realtà aumentata e collezione d’arte nei musei continuano a nascere innovativi risultati. In parallelo con la crescita delle applicazioni che rendono possibili ai visitatori esperienze museali intense e immersive, superando la dimensione di attraversamento fisico dello spazio e le modalità di visione tradizionali, si stanno infatti facendo largo anche soluzioni capaci di sanare problemi non di poco conto.
Appartiene a questa seconda categoria Hacking the Heist, una app ideata dalla startup statunitense Cuseum che permette di ricollocare nei musei le opere d’arte trafugate e mai più ritrovate.

Di base a Boston, questa società ha messo a punto il progetto a partire da un noto caso di furto avvenuto nel marzo 1990. All’epoca, infatti, l’Isabella Stewart Gardner Museum di Boston venne privato di ben 13 capolavori – tra cui opere di Rembrandt, Degas, Manet e Vermeer – dei quali, ancora oggi, si sono perse le tracce.
Attraverso Hacking the Heist, scaricata sul proprio smartphone, i visitatori possono ora inquadrare le cornici rimaste vuote per veder riapparire i quadri indebitamente sottratti. “Quando abbiamo iniziato a lavorare in modo più approfondito con la realtà aumentata, uno dei miei colleghi ha detto che sarebbe stato interessante riportare i dipinti rubati nelle cornici dell’Isabella Stewart Gardner Museum”, ha dichiarato il fondatore e CEO di Cuseum, Brendan Ciecko. “Vedere attraverso il tuo schermo cose che non ci sono, e non è un videogioco: è cultura, è arte, qualcosa che ha un significato più profondo”, ha precisato ancora.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close