Sky Arte HD
SkyArte

Ventidue fotografi raccontano la Primavera di Praga, a Milano

2 giugno 2018

25 January 1969, The funeral procession of Jan Palach,Prague Lammer Vladimir

Lunedì 4 giugno, l’attesa Milano Photo Week prenderà il via con una mostra dal forte valore storico. Presentata dalla galleria Expowall, La Primavera di Praga 1968 -’69 offre una ricognizione fotografica sugli eventi legati all’occupazione della Cecoslovacchia nell’agosto 1968, attraverso 45 scatti di 22 fotografi, provenienti da 4 diversi archivi.

Sebbene non si tratti di fotografie originali dell’epoca ‒ poiché nel decennio successivo all’invasione non era consentito far circolare in Cecoslovacchia scatti relativi a quel periodo ‒ gli autori conservarono con cura – e talvolta proprio nascosero – le pellicole: tutte le stampe derivano dalle scansioni dei negativi originali.

Fino al 24 giugno, dunque, il pubblico potrà rivivere, attraverso un coinvolgente itinerario visivo, i fatti accaduti tra il 21 agosto 1968 ‒ giorno in cui i carri armati di alcuni Stati aderenti al Patto di Varsavia (Unione Sovietica, Bulgaria, Polonia, Ungheria e Repubblica Democratica Tedesca) invasero la Cecoslovacchia, ponendo fine al processo di democratizzazione messo in campo nei mesi precedenti ‒ e i funerali di Jan Palach, lo studente 19enne di filosofia che si diede fuoco di fronte al Museo Nazionale in Piazza Venceslao.

La mostra, curata da Dana Kyndrovà e per l’Italia da Pamela Campaner, affianca un’altra rassegna, sempre allestita presso Palazzo Reale, dal titolo Josef Sudek: La topografia delle macerie (Guerra). Praga 1945. Entrambe dedicate alla città di Praga, le due esposizioni sono riunite sotto un unico titolo, Praga: da una primavera all’altra. Liberazione 1945|Occupazione 1968.

[Immagine in apertura: Vladimir Lammer, La processione per il funerale di Jan Palach, Praga, 25 gennaio 1969]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close