Sky Arte HD
SkyArte

Le sorprendenti installazioni di 29Rooms Brooklyn

13 settembre 2018

Magenta Field, Reality Rendered in 29Rooms. Photo by Katherine Brice, courtesy of Magenta Field

Secondo – e ultimo – weekend di apertura per 29Rooms, il format artistico lanciato dal team di Refinery29 nel 2005 e considerato una sorta di apripista per l’ormai dilagante fenomeno dei musei pop-up.
Il format è semplice: assegnare a diversi artisti e creativi uno spazio predefinito, di dimensioni contenute, invitando ciascuno degli autori coinvolti a occuparlo con un’installazione artistica interattiva e temporanea.

Dopo il debutto lo scorso weekend, sarà ancora possibile “addentrarsi” tra le proposte sviluppate quest’anno dal 13 al 16 settembre, al civico 588 di Baltic Street, a Brooklyn. Si tratta di interventi che consentono agli autori di sperimentare nuove formule e stimoli e che spesso finiscono per sollecitare anche la curiosità di aziende e brand.
La testata artnet.com ha stilato una lista delle tre opere più memorabili di 29Rooms Brooklyn, a partire da Reality Rendered di Magenta Field. La combinazione di elementi architettonici selezionatissimi – dal pavimento a scacchi alla piramide a specchio, fino alle sfere aeree – con luci ipnotiche e stimoli sonori offrono al visitatore la sensazione di trovarsi all’interno di un dipinto surrealista, una sorta di “realtà virtuale resa reale“.
In Teenage Bedroom, Uzumaki Cepeda ha ricreato la dimensione di una stanza da letto per bambini – “il primo posto in cui si sentono al sicuro” – ricoprendo arredi e dettagli in pelliccia sintetica dalle sgargianti tonalità cromatiche. Nella “top three” di artnet.com figura anche Aaron Taylor Kuffner con Sonic Sanctuary. Si tratta di una luminosa sala rossa nella quale sono riunite due dei suoi “Gameltron”, sculture cinetiche sonore frutto della combinazione tra antiche tecniche di forgiatura, tipiche dell’Indonesia, e tecnologia robotica. Il risultato è una versione del XXI secolo di uno strumento musicale tradizionale del Paese asiatico.

[Immagine in apertura: Magenta Field, Reality Rendered in 29Rooms. Photo by Katherine Brice, courtesy of Magenta Field]