Sky Arte HD
SkyArte

Parigi celebra Gio Ponti con la prima retrospettiva francese

17 ottobre 2018

Gio Ponti, Palazzo Bo - Basilica, Padova

Non si può raccontare la storia dell’architettura e del design del Novecento senza soffermarsi lungamente sulla figura di Gio Ponti. Al progettista, tra i più influenti e prolifici del secolo scorso, il Musée des Arts Décoratifs di Parigi dedica la prima retrospettiva francese. A partire da 19 ottobre, Tutto Ponti, Gio Ponti archi-designer analizzerà la sterminata produzione dell’architetto milanese ripercorrendo sei decenni di attività.
Nell’allestimento progettato dallo studio Wilmotte & Associés, affiancato da Italo Lupi per gli aspetti legati al graphic design, saranno esposti oltre 400 pezzi – tra cui disegni, modelli, fotografie, film, prototipi – concessi da numerosi prestatori, a partire dall’Archivio Gio Ponti di Milano.

Dall’architettura al design industriale, dall’arredamento all’illuminazione, dal campo editoriale – si deve proprio a Ponti la fondazione della rivista Domus – al contributo nei settori della porcellana – venne nominato direttore artistico della manifattura Richard-Ginori nel 1923 – e della cristalleria, della ceramica e della lavorazione dei metalli, la monografica intende mettere in evidenza la portata innovatrice del contributo di questo autore, ancora oggi di ispirazione per generazioni di designer e architetti.
Efficace e identificativa dei suoi molteplici interessi e dei tanti ambiti di intervento è l’espressione “dal cucchiaio alla città“, attribuita all’architetto italiano Ernesto Nathan Rogers proprio in riferimento a Gio Ponti.

Una frase che riesce a incarnare perfettamente la personalità di questo autore, i cui progetti spaziarono “dall’infinitamente piccolo” – o leggero, come nel caso della celeberrima sedia Superleggera – alla scala urbana, indagata con interventi quali Torre Pirelli a Milano, la Villa Planchart a Caracas, la Concattedrale di Taranto, il Denver Art Museum e le importanti commissioni private ottenute, a partire dal 1950, in Venezuela, negli Stati Uniti, in Medio Oriente e ad Hong Kong. Tutto Ponti, Gio Ponti archi-designer resterà aperta fino al 10 febbraio prossimo.

[Immagine in apertura: Gio Ponti, Palazzo Bo – Basilica, Padova]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close