Sky Arte HD
SkyArte

Il sogno dell’Italia di Giampietro Campana rivive al Louvre

8 novembre 2018

Etruschi, Sarcofago degli sposi

Con A Dream of Italy. The Marquis Campana’s Collection il Musée du Louvre di Parigi ripercorre l’affascinante vicenda di Giampietro Campana, a partire dal suo gusto collezionistico, dalla sua straordinaria raccolta di tesori e senza trascurare la sua complessa biografia.
Originario di Roma, dove nacque nel 1808, riuscì a riunire una delle più grandi collezioni di sculture ed antichità greche e romane del XIX secolo. Dimostrò inoltre uno spiccato interesse anche per la pittura e, in particolare, per gli autori italiani del XIV e XV secolo, in quel momento al di fuori delle mire dei suoi contemporanei.

La rassegna parigina a lui dedicata si focalizza sulle opere raccolte tra 1830 e 1850 e ne offre, per la prima volta dalla dispersione, avvenuta nel 1861, una ricognizione completa. Nel complesso furono oltre 12mila gli oggetti – pezzi di archeologia, dipinti, sculture e oggetti d’arte – sia antichi che moderni inclusi in questa eccezionale e diversificata collezione, unificata dall’alto livello qualitativo.
Nel percorso della mostra parigina saranno presenti più di 500 opere – tra cui capolavori come il Sarcofago degli Sposi e la Battaglia di San Romano di Paolo Uccello – allo scopo di delineare il profilo di un uomo appassionato e determinato, mosso dal desiderio di poter rappresentare il patrimonio culturale italiano nella sua vastità ed eterogeneità temporale.

Un aspetto, questo, che colloca la raccolta nel più vasto ambito del Risorgimento, riconducendola a quella fase di affermazione della nazione italiana che si sviluppò nel XIX secolo.
Articolata non fu solo la raccolta, ma anche la storia personale di Campana: in seguito a un processo, venne infatti condannato per appropriazione indebita nel 1857. La sua collezione fu sequestrata e venduta dallo Stato Pontificio, per poi essere dispersa in tutta Europa. Una cospicua porzione venne acquistata nel 1861 dallo zar Alessandro II e finì per confluire proprio nelle collezioni dell’Hermitage; il resto, ulteriori 10.000 opere, venne acquistato da Napoleone III e condiviso tra il Musée du Louvre e vari musei regionali.

Questo progetto espositivo arriva a più di dieci anni di distanza dall’esperienza di Trésors antiques: bijoux de la collection Campana, mostra che dopo il debutto parigino – tra l’ottobre 2005 e il gennaio 2006 – fece tappa a Milano e a Roma.
A Dream of Italy. The Marquis Campana’s Collection
costituisce invece il punto di avvio di una nuova fase collaborazione tra il Musée du Louvre e lo State Hermitage Museum di San Pietroburgo; la partnership tra le due autorevoli istituzioni è anche alla base di altre
attese esposizioni, tra cui Léonard de Vinci, annunciata per l’autunno 2019.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close