Sky Arte HD
SkyArte

Un tuffo nella Palermo del passato, grazie a un quadro straordinario

17 dicembre 2018

700 fedeli, 24 palazzi e 28 “macchine” processionali: sono questi gli elementi che caratterizzano la Processione di Santa Rosalia, il dipinto giunto a Palermo pochi giorni fa completando il percorso espositivo della mostra Rosalia eris in peste patrona, allestita fino al 5 maggio 2019 presso il Palazzo Reale. Firmato da un pittore siciliano ignoto e custodito nella collezione della Fundación Casa de Alba, ospite del Palacio de las Duenas a Siviglia, il dipinto, sottoposto a un lungo restauro, è l’unica rappresentazione nota della processione delle reliquie di Santa Rosalia, così come descritta nel resoconto del festino di ringraziamento del 1693.

Il quadro evoca la città di Palermo attraverso i suoi edifici più iconici, disposti però secondo un criterio che non rispecchia la loro reale collocazione. L’installazione con camera tracking, studiata per rendere la fruizione dell’opera ottimale, consente di visualizzare i singoli dettagli, di identificare ciascun palazzo e di sapere cosa sia rimasto, oggi, della sua struttura originaria.

Emblematiche le riflessioni sul dipinto da parte dello studioso Marcello Fagiolo, che individua i committenti nei Viceré spagnoli e dunque restringe la datazione tra il 1706 e il 1707: “È la sinfonia della città che vorremmo si riproducesse oggi con l’accordo tra poteri civili, religiosi, delle istituzioni e il popolo, che in questo quadro sfila per rendere omaggio alla Santa e anche a se stesso traendo auspici anche dalle disgrazie come la peste e il terremoto. Noi in Italia, non solo a Palermo, di pericoli e di pesti ne subiamo continuamente”.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close