Sky Arte HD
SkyArte

Alla Reggia di Venaria rivivono le atmosfere dell’Art Nouveau

18 aprile 2019

Georges de Feure, Affiche puor Le Journal des ventes, 1898 Litografia a colori, 60,5x40 cm Private collection, London

Con l’apertura della mostra Art Nouveau. Il trionfo della bellezza prende il via la nuova stagione espositiva della Reggia di Venaria, in provincia di Torino. La preziosa cornice della sede piemontese accoglie un progetto che ripercorre la “straordinaria fioritura artistica e artigianale che ha travolto e cambiato il gusto decorativo all’inizio del Novecento“, come ha sottolineato Paola Zini, Presidente del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude.
Attraverso cinque sezioni e 200 opere, la mostra curata da Katy Spurrell analizza tutte le declinazioni europee di uno stile il cui fascino ha resistito alla prova del tempo. L’interesse verso il mondo vegetale e le evocazioni di temi e soggetti legati alla Natura debuttò in Europa e negli Stati Uniti a partire dal 1890. La sua forza fu tale da coinvolgere ogni ambito delle arti visive e di quelle decorative, in un mix di proposte a metà strada tra architettura, pittura, arredamento, scultura e musica, che acquisirono peculiari connotazioni locali.

Accanto al Modern Style negli Stati Uniti, al Jugendstil in Germania, alla Sezession in Austria, al Nieuwe Kunst nei Paesi Bassi, al Modernismo in Spagna e alle specifiche versioni di Inghilterra e Francia, patria dell’Art Nouveau, in Italia si diffuse il Liberty. Fu proprio Torino, sede dell’Esposizione internazionale di Arte Decorativa Moderna Proprio del 1902, a “tenere a battesimo” questa corrente.
Ovunque si diffuse quindi un gusto desideroso di svincolarsi da obblighi e convenzioni, in nome di un dichiarato amore per il naturalismo, l’esotismo e per i riferimenti alla sensualità della natura e al corpo femminile.

Questa intensa e appassionante narrazione viene raccontata alla Reggia di Venaria, fino al 26 gennaio 2020, con opere provenienti dagli Arwas Archives, dalla Fondazione Arte Nova, dalla Collezione Rodolfo Caglia e da altri prestiti di privati.
Henri de Toulouse-Lautrec, Emile Gallé, Daum Frères, Alphonse Mucha, Louis Majorelle, René Lalique, Eugène Grasset, Eugène Gaillard sono alcuni dei protagonisti di quella stagione, i cui lavori sono stati selezionati per questo appuntamento.
Nel suggestivo allestimento progettato da Corrado Anselmi con Andrea Damiano rivivono le atmosfere e il gusto dell’epoca, evocate anche dalla riproduzione di ambienti abitativi della Parigi di inizio Novecento. Un’intera sezione è riservata al Liberty italiano; in essa emergono le differenze rispetto all’Art Nouveau francese e la sua vocazione per la dimensione nazionale.

Prodotta e organizzata dal Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, con Arthemisia, Art Nouveau Il trionfo della bellezza è accompagnata da un catalogo edito da Arthemisia Books.

[Immagine in apertura: Georges de Feure, Affiche puor Le Journal des ventes, 1898 Litografia a colori, 60,5×40 cm, Private collection, London]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close