Sky Arte HD
SkyArte

Bologna Rock, 1979: una stagione irripetibile, da Pazienza a Freak Antoni

17 maggio 2019

Pensatevi_Liberi_Bologna Rock_1979 flyer

Il 2 aprile del 1979 più di 6mila persone si radunarono al Palasport di Bologna per assistere a Bologna Rock: un evento simbolo di una stagione fervida non solo sul versante musicale ma anche sociale, culturale, politico, che ha lasciato il segno nella storia della città e dell’Italia tutta.
A questo importante capitolo di storia, il MAMbo dedica la mostra Pensatevi liberi. Bologna Rock 1979, per costruire un’indagine approfondita su uno degli episodi culturali più stimolanti e innovativi in ambito bolognese e non soltanto.

I visitatori potranno percorrere lo spazio della sala muovendosi tra un centinaio di vinili, fanzine originali quali Harpo’s, A/traverso, Svacco, Punkreas, Musique Mecanique, Great Complotto, poster, musicassette, una selezione di fotografie, comunicati e rassegne stampa, amplificatori, mixer e sintetizzatori, fino ad arrivare a un trenino Rivarossi, a una macchina da scrivere IBM e a un mappamondo gonfiabile.
Questi documenti materiali dell’epoca si mescoleranno a opere quali il ritratto di Freak Antoni realizzato da Piero Manai, disegni e collage originali di TRAUMFABRIK (firmati da Andrea Pazienza, Filippo Scozzari, Giampietro Huber, Giorgio Lavagna), il dipinto Tuxedomoon di Giampietro Huber, tavole originali di Giorgio Carpinteri tratte da Mumble Rumble e di Nicola Corona da Rinascimento Urbano.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close