Sky Arte HD
SkyArte

Il padiglione di David Adjaye in ricordo del musicista Hugh Masekela

15 giugno 2019

Studio Adjaye Associates, Masekela Pavillion, photo credits Alexi Portokallis (@alexioso)

Scomparso nel 2018, l’acclamato trombettista africano Hugh Masekela avrebbe compiuto 80 anni nel mese di aprile di quest’anno. Oltre al suo talento performativo, sono impressi nella storia recente del Sud Africa il suo impegno e i suoi contribuiti a favore della piena liberazione del continente africano dal retaggio post-coloniale.
Lo studio guidato da Sir David Adjaye, in accordo con la famiglia del musicista e in partnership con altri soggetti, si è occupato della progettazione di un padiglione commemorativo destinato a uno dei parchi pubblici della città di Johannesburg.

I monumenti africani sono un luogo di raccolta e riflessione, ci aiutano a ‘edificare il significato’ dei nostri antenati, della nostra eredità e cultura. Servono a ricordaci il nostro dovere nel presente per onorare il passato, ci stimolano verso un futuro migliore“, ha dichiarato in merito l’architetto ghanese, naturalizzato britannico, Sir David Adjaye, che proprio sul tema della “costruzione della memoria” si era concentrato nella recente mostra dei suoi lavori al Design Museum di Londra.

Dal punto di vista strettamente architettonico, la struttura prevede una copertura traforata sostenuta da quattro pilastri perimetrali e da una scultorea colonna centrale. Anziché percorrere la strada dell’inserimento di oggetti commemorativi “canonici”, come le comuni lapidi, il padiglione intende dare un’adeguata espressione ai valori chiave della cultura panafricana, gli stessi che Hugh Masekela ha elevato a principi ispiratori della sua vita. Tali premesse hanno portato i progettisti a concepire l’opera come una sorta di “luogo di ritrovo” nel quale riflettere, ricordare e “riunirsi” con l’artista, nonostante la sua assenza dal mondo fisico.
All’interno, tra gli altri elementi, sono state disposte alcune pietre provenienti delle diverse aree del continente africano in cui il musicista ha trascorso momenti significativi della sua vita.

[Immagine in apertura: Studio Adjaye Associates, Masekela Pavillion, photo credits Alexi Portokallis (@alexioso)]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close