Sky Arte HD
SkyArte

Claudio Abbado. Un ricordo in musica

23 gennaio 2014

Claudio Abbado

Ha sempre guardato al futuro Claudio Abbado. Lavorando a molteplici progetti che facessero della classica linguaggio espressivo non elitario ma davvero popolare, capace di attrarre le giovani generazioni, coinvolgerle, educarle al piacere sublime della musica. A pochi giorni dalla scomparsa del Maestro, Sky Arte HD omaggia l’uomo e l’artista evocando una delle sue più straordinarie e innovative esperienze come direttore d’orchestra.

La musica segna la vita in maniera indelebile. In certi casi arriva persino a salvarla. Ne sanno qualcosa i 240mila ragazzi che negli ultimi trent’anni hanno aderito, in Venezuela, al progetto Sistema Orchestrale . Un programma lungimirante, che ha offerto imprevedibili alternative professionali in una nazione dove una persona su tre vive sotto la soglia di povertà: sono cento le orchestre giovanili nate grazie all’iniziativa. E grazie al sostegno dei big della classica.

Frequenti i viaggi che Abbado, tra le bacchette più amate al mondo, ha compiuto a metà Anni Zero tra Caracas e L’Avana, altra piattaforma di sperimentazione per avvicinare i giovani meno fortunati alla magia della musica. Il suo contributo è stato essenziale per la buona riuscita di un lavoro che ha permesso di salvare decine di ragazzi dall’indigenza e dal pericolo di essere assorbiti come manodopera nelle fila della criminalità organizzata.

Su Sky Arte HD rivive l’emozione di un’esperienza formativa profondamente coinvolgente, l’incontro con una realtà che ha saputo esorcizzare la povertà grazie alla propria straordinaria dignità e a un eccezionale spirito di reazione. Un’avventura raccolta in Claudio Abbado – L’altra voce della musica, documentario che ripercorre la messa a punto di un concerto dell’orchestra giovanile Simon Bolivar. Diretta per l’occasione dalla bacchetta italiana.

A ideare il progetto Helmut Failoni, musicologo e critico musicale tra i più apprezzati in Italia, accompagnato per l’occasione dallo sguardo attento di Francesco Merini, regista e sceneggiatore che da sempre si misura con il mondo della musica. Realizzando live report dei concerti di Lucio Dalla, Stefano Bollani ed Eugenio Finardi, firmando per Vasco Rossi il videoclip della hit Ho fatto un sogno .

La curiosità – C’è chi considera quello della classica come un ambiente a sé stante, fuori dal tempo. E chi invece ha il merito di collocarlo nel cuore della Storia. È il 1968 quando Claudio Abbado, a soli 35 anni, diventa direttore musicale della Scala di Milano, segno di un mondo che sta cambiando, acceso dalla frenesia del rinnovamento. Ed è il 1992 quando accetta l’incarico di direttore artistico dei Berliner Philharmoniker: importantissimo simbolo di ritrovata identità culturale per una Germania appena riunificata.