Sky Arte HD
SkyArte

Un documentario in memoria di Pinuccio Sciola

12 maggio 2017

PINUCCIO SCIOLA_GLORIA CAMPANER_LESZEK MOZDZER ©LucaCondorelli_9059

Sabato 13 maggio, a un anno esatto dalla scomparsa di Pinuccio Sciola, Sky Arte HD rende omaggio all’indimenticato scultore sardo con il documentario The Heart of Stone, ispirato al progetto che, durante l’estate del 2015, ha preso vita nel suggestivo “Giardino Sonoro” dell’artista a San Sperate, nei pressi di Cagliari.

La pellicola – diretta da Luca Scarzella e co-prodotta dall’Associazione Culturale L’Intermezzo di Nuoro, da Giuseppe Giordano e da Giancarlo Marcialis – ripercorrerà le tappe dell’iniziativa ideata dalla pianista veneziana Gloria Campaner, dal jazzista polacco Leszek Możdżer e dallo stesso Sciola, intitolata appunto The Heart of Stone, espressione che può significare “cuore di pietra” o “cuore della pietra”. Il lavoro, che unisce musica classica, jazz e arte, grazie all’utilizzo delle celebri “pietre sonore” realizzate da Sciola, è culminato in uno spettacolo eseguito con successo il 1° agosto 2015 al Teatro Comunale di Dorgali per il Cala Gonone Jazz Festival.

Il documentario darà voce ai tre protagonisti, che si racconteranno nel “backstage” riportando suggestioni e impressioni scaturite dal loro incontro artistico e umano. The Heart of Stone si ispira ai quattro elementi naturali da cui tutto ha inizio: l’Acqua è nella musica di Wasserklavier di Luciano Berio, compositore di cui Sciola era amico, accostando il brano alla pietra calcarea; il Fuoco è evocato da Vers la flamme di Aleksandr Scrjabin, abbinato al basalto e alle pietre di origine vulcanica; l’Aria risuona nel brano jazz scritto per l’occasione da Możdżer; e la Terra, elemento materno, primordiale, è il luogo da cui hanno origine le “pietre sonore”.

Gloria Campaner sarà nuovamente protagonista di The Heart of Stone, insieme a Leszek Możdżer, per l’apertura dell’Enter Enea Music Festival di Poznań, in Polonia, il prossimo 12 giugno. Partendo dall’originaria Sardegna, le pietre di Pinuccio Sciola attraverseranno così l’Europa e verranno suonate per commemorare, salutare e ringraziare ancora una volta lo scultore.