Sky Arte HD
SkyArte

Il porto di Trieste

13 giugno 2018

Giovedì 14 giugno sarà il porto imperiale di Trieste la nuova destinazione di Italie invisibili, la serie intitolata ai luoghi in cui il tempo e la storia hanno lasciato il segno del proprio passaggio, in onda su Sky Arte HD.

Nel 1719 l’Imperatore asburgico Carlo VI concede le franchigie portuali alla città di Trieste, decretandone la trasformazione da cittadina di periferia a primo porto dell’Impero. Sua figlia Maria Teresa d’Austria trasforma il volto della città abbattendo le mura feudali e costruendo il Borgo che porterà il suo nome e attrarrà intellettuali come Joachim Winckelmann. L’emporio portuale richiama migranti e mercanti da tutti gli angoli del Mediterraneo: qui ebrei, musulmani e cristiani convivono, intenti alle proprie attività e liberi di professare la propria religione.

Pittori come Giuseppe Bernardino Bison e Giuseppe Tominz raggiungono questo angolo di mondo e portano, specie da Venezia, l’eco del Neoclassicismo nelle vedute cittadine e nella ritrattistica; i loro quadri arricchiranno le case arredate in stile Biedermeier dei facoltosi commercianti che li collezionano. Presto diventeranno musei come Casa Sartorio, il Museo Revoltella, il Museo Morpurgo, Casa Carciotti.

Poco lontano dal centro si erge il Castello di Miramare, progettato dall’ingegnere austriaco Carl Junker secondo i dettami eclettici. Ancora incompiuto, ospita nel 1857 Carlotta del Belgio e suo marito Ferdinando Massimiliano I d’Asburgo, che da qui parte per il fatale viaggio in Messico.

Dopo i Moti del 1848 e le Guerre d’Indipendenza, questo insieme saldo e florido di popoli si sfalda. Nei caffè come il San Marco borghesi e intellettuali si confrontano sulle istanze di indipendenza guardando al Regno d’Italia. Dopo l’attentato di Guglielmo Oberdan la reazione dell’Imperatore Francesco Giuseppe non si fa attendere, restringendo, nel 1891, le franchigie triestine al solo porto, qualche decennio prima dello scoppio della Grande Guerra.

Philippe Daverio, Antonio Trampus, Fabrizio Magani, Rossella Fabian e Diana Barillari commenteranno l’episodio in onda giovedì.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #ItalieInvisibili.