Sky Arte HD
SkyArte

Una serata “progressive”

14 settembre 2018

È dedicata a un genere musicale all’avanguardia la Progressive Night in onda domenica 16 settembre su Sky Arte, insieme ai protagonisti che ne hanno stabilito le origini e vissuto l’epoca d’oro.

In Italia, tutto ha inizio a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, quando Milano viene attraversata da un’ondata di spinte creative e sperimentali. È un periodo controverso che, come tale, vede incrociarsi i destini di geni e rivoluzionari dell’arte. Tutti accomunati da un marcato gusto per le sfide.
Mauro Pagani, Paolo Tòfani, Eugenio Finardi, i membri della PFM e tanti altri autorevoli narratori descriveranno il rock progressivo italiano in Prog Revolution. Il documentario di Rossana de Michele, diretto da Jacopo Rondinelli, è un racconto per immagini della Milano negli anni in cui “tutto sembrava possibile”.

Tra le band più innovative della storia del rock, a livello stavolta mondiale, ci sono i Genesis. Il rock non è stato più lo stesso dopo l’avvento del gruppo britannico che – tra separazioni e riappacificazioni, cambi di stile e influenze – ha accompagnato il pubblico per oltre quarant’anni. Il docufilm Sum of the parts riesce nel “miracolo” di radunare i cinque elementi originali per una lunga chiacchierata sul filo dei ricordi.

Chiuderà la serata l’episodio di Classic artists dedicato ai Jethro Tull, la celebre band allergica alle definizioni. Sempre sulla cresta dell’onda, il gruppo guidato dal carismatico Ian Anderson ha saputo spaziare dal blues al rock più convinto, affiancando addirittura i Led Zeppelin in tour e vendendo milioni di album. Dall’Inghilterra alla conquista del mondo, il documentario ripercorrerà la storia di una band indimenticabile.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #ProgressiveNight.