Sky Arte HD
SkyArte

Il potere terapeutico dell’arte

15 gennaio 2016

Quello che un tempo veniva chiamato manicomio ha sempre rappresentato un simbolo di dolore, incomunicabilità e solitudine, temuto sia da chi era costretto ad abitarlo sia da quanti lo conoscevano soltanto dall’esterno. Eppure, grazie all’arte e alla creatività, anche un ospedale psichiatrico può trasformarsi in un luogo di incontro, dove colori e bellezza diventano ottimi strumenti terapeutici.

È su questa convinzione che si fonda il MAPP – Museo d’Arte Paolo Pini, protagonista dell’emozionante approfondimento L’Armadio azzurro – Arte come terapia, in onda lunedì 18 gennaio in prima visione su Sky Arte HD. Tutto ha inizio nel 1993 all’interno dell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini di Milano. Due coraggiose dottoresse – Teresa Melorio ed Enza Baccei –grazie alla mediazione di alcune gallerie, invitano una serie di artisti a lavorare assieme agli ospiti della struttura, affetti da disagio mentale. Ne nasce una collaborazione umana e professionale che dura ancora oggi e che continua a riempiere i muri, i soffitti, gli androni, le scale del nosocomio di opere realizzate a quattro mani con i pazienti.

In oltre vent’anni, 140 artisti hanno creduto in questo progetto rivoluzionario di arte terapia – da Günter Brus a Piero Gilardi, da Enrico Baj a Piero Pizzi Cannella e Liliana Moro – dando vita a una collezione permanente degna di un vero e proprio museo istituzionale. Oggi il MAPP è diventato un centro diurno dove gli ospiti si recano a fare arte terapia all’interno di appositi laboratori – le cosiddette “botteghe del MAPP”, fortemente volute dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Ospedale Niguarda. Durante i workshop, artisti e ospiti lavorano insieme, contribuendo ad abbattere l’atavica distanza tra “sani” e “malati”, tra “fuori e “dentro”. Perché, come è scritto all’ingresso dell’ex ospedale psichiatrico milanese: “Da vicino nessuno è normale”.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close