Sky Arte HD
SkyArte

Roma fa le cose in … Macro!

19 dicembre 2012

Tayou al MACRO

Cinque artisti per altrettanti linguaggi espressivi. Cinque modi diversi di leggere la contemporaneità e filtrarla attraverso l’arte; cinque sensibilità, poetiche, messaggi differenti. Racchiusi in un unico straordinario contenitore. Sky Arte HD rilancia: l’appuntamento settimanale con La mostra della settimana si declina al plurale, per un viaggio all’interno del MACRO, museo romano interamente dedicato all’arte del presente. E del futuro.

Cinque mostre in contemporanea, tutte in un unico museo: un percorso virtuale, quello raccontato dalle telecamere di Sky Arte HD, lungo i molteplici sentieri dell’arte. Nel foyer del museo ecco il Tristanoil   di Nanni Balestrini, opera che rivoluziona il concetto di video-arte. Siamo a tu per tu con il film più lungo del mondo: 150 clip da dieci minuti l’una, montate in sequenza, offrono un flusso di immagini totalizzante ed estremo.

Lirico e intrigante il contributo portato da Miltos Manetas con After BlackBerry Paintings : l’artista greco, da sempre attento indagatore delle nuove tecnologie, porta in mostra una serie di video realizzati a mezzo smartphone, creando un cortocircuito visivo dal fascino magnetico. Lo stesso che ispira Ludovica Gioscia: il suo Forecasting Ouroboros  è atto di rivolta, a mo’ di performance, nei confronti delle regole più opprimenti della società dei consumi.

Emozioni intense per la personale di Jimmie Durham, la prima mai allestita per un museo italiano: Streets of Rome and other stories  omaggia il rapporto viscerale tra l’artista e la Città Eterna, da oltre dieci anni eletta come seconda patria. La limpida fisicità delle opere di Durham abbraccia quella istintiva e travolgente delle installazioni firmate da Pascale Marthine Tayou: le telecamere entrano nel Secret Garden  ideato dall’artista camerunense, documentandone tutta la magia.