Redivivi R.E.M.: ma (per ora) solo in videoclip

23 novembre 2012


Ufficialmente si sono sciolti, ponendo fine ad una carriera trentennale nel mondo del rock di qualità, segnando con pezzi come “Loosing My Religion” ed “Everybody Hurts” pagine indimenticabili, sospese tra il pop d’autore e un’autorevole potenza da garage-band. Ma i R.E.M. di Michael Stipe non hanno ancora scritto la parola fine alla propria parabola creativa: sono firme d’autore quelle in calce ai due video “postumi” del gruppo.

Dietro al macchina da presa James Franco, attore e regista tra i più apprezzati della nuova Hollywood: dopo un anno di attesa ecco spuntare sulla rete “Blue”, videoclip che accompagna l’omonimo singolo estratto da “Collapse into now”, ultimo lavoro in studio dei R.E.M. Un pezzo che ha visto il duetto, imperdibile, tra Stipe ed una intensa Patti Smith; un video in cui Franco dirige una sensuale Lindsay Lohan.

Per i fan della band di Athens un regalo inatteso e improvviso; che crea però, ora, un’attesa spasmodica: James Franco ha diretto anche un altro video per la band, quel “That Someone Is You” che ci si aspetta, prima o poi, faccia capolino sul web. Sintomi di una reunion in vista? Pare difficile che il gruppo torni sui propri passi, almeno per il momento; per gli appassionati è però disponibile il primo omonimo album solista del chitarrista Peter Buck.

Con 85 milioni di copie vendute nel mondo i R.E.M. sono ancora oggi considerati un punto fermo nel mondo della musica indie, grazie ad una libertà e freschezza espressiva sempre stupefacenti. Dopo gli esordi, non semplici, nell’ambiente underground americano, arriva nei primi Anni ’90 la consacrazione a livello internazionale: “Out Of Time” e “Automatic For The People” vendono in soli due anni 35 milioni di copie.