Il cinema in mostra, da Sordi a De Sica

22 febbraio 2013


Hanno raccontato, ognuno con il proprio stile unico e inimitabile, vizi e virtù di una intera comunità. Sono stati attenti osservatori e splendidi narratori del più genuino spirito italiano, raccontato a tratti con ironia e indulgenza, a volte invece con dolente cinismo. Michelangelo Antonioni, Vittorio De Sica e Alberto Sordi sono, ciascuno a proprio modo, tre monumenti del cinema italiano: celebrati con altrettanti eventi speciali.

Inaugura il 9 marzo nella sua Ferrara l’appuntamento che celebra il centesimo anniversario dalla nascita di Michelangelo Antonioni: a Palazzo dei Diamanti una ricchissima retrospettiva, che attinge dal patrimonio di quasi 50mila pezzi che il maestro ha lasciato alla città. Dai carteggi con personalità come Roland Barthes, Giorgio Morandi e Luchino Visconti fino alle foto di scena con dive del calibro di Lucia Bosé e Monica Vitti: in mostra un diario completo della vita artistica di uno tra i registi italiani più amati all’estero.

Nelle quattro sale del Museo dell’Ara Pacis siamo, fino a fine aprile, “Tutti De Sica”: gli eredi dell’indimenticato Vittorio aprono gli album di famiglia, svelando l’anima più autentico di un maestro eclettico ed eccentrico, nella vita come sul set. Una ventina i manifesti originali, a coprire un’attività che comincia negli Anni Trenta e trova consacrazione nella felice stagione del  Neorealismo; decine le foto di scena, i copioni e i memorabilia per la prima volta mostrati al pubblico.

È stata l’amore della sua vita: Roma. Quasi sessanta i film che Alberto Sordi ha girato nella Città Eterna, tutti documentati nella mostra in scena fino a fine marzo al Complesso del Vittoriano: tra autentici cimeli e preziosi documenti d’epoca, il percorso espositivo sa raccontare le dinamiche del set; ma anche la vita quotidiana di una star nostrana, completamente immersa nella vita della sua città.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close