Libri della settimana: Arslan, Masia, Neri

28 febbraio 2013


La Storia non mette paletti, le date sono spesso pure convenzioni:  gli eventi fluiscono senza soluzione di continuità, in una continua e costante trasformazione. Capita allora che non sia un azzardo guardare al XIII secolo, epoca d’oro dell’arte medievale e secolo del gotico, come ad una stagione che sa anticipare le rivoluzioni umaniste: con L’arte nel Duecento Alessio Monciatti riflette, per i tipi di Einaudi, sulla straordinaria modernità di un periodo decisivo per l’evoluzione della cultura europea.

Dal Medioevo al Rinascimento il passo è, dunque, più breve di quanto si possa pensare: dal XIII secolo ecco allora un rapido balzo nell’Italia dei Borgia. In uscita per Skira Una giornata di Pietro Bembo, biografia con cui Antonia Arslan tratteggia il carattere di una delle figure più importanti del suo tempo. Raffinatissimo letterato e amante delle arti, ma al tempo stesso scaltro e spregiudicato uomo politico: Bembo è personalità dalla incredibile e tormentata modernità.

E infine ecco il Novecento raccontato da Luca Masia: è in libreria per i tipi di Silvana Editoriale Il sarto di Picasso, biografia che svela la straordinaria vicenda di Michele Sapone, sarto dei più grandi maestri del XX secolo. Mirò, Hartung, Campigli, Severini e, naturalmente, Picasso, si servivano della eccellente manualità di un professionista che sapeva essere anche amico, complice e confidente.

Da Annie Leibovitz a Leo Longanesi, passando per Jackie Kennedy: una galleria di personaggi straordinari popola la memoria di Grazia Neri, anima di una delle agenzie fotografiche più importanti al mondo. Donna carismatica e decisa, che condivide attraverso i tipi di Feltrinelli La mia fotografia: in uscita il 20 marzo l’autobiografia di una protagonista assoluta del costume, della cronaca e della società di oggi.