Torna a Milano un Leonardo … virtuale!

1 marzo 2013


Vietato non toccare: monito eccentrico, che ribalta l’abituale rapporto tra una mostra e il suo pubblico. Un invito eccezionale, decisamente controcorrente: al pari dell’artista che, grazie ad un allestimento altamente tecnologico, viene omaggiato nel corso di un evento che promette emozione. In mostra a Milano, dal 28 febbraio e fino al 31 luglio, Il Mondo di Leonardo: appuntamento unico con alcune delle più incredibili invenzioni vinciane.

Ad essere celebrato è, più che l’artista, il visionario ingegnere: la puntuale analisi dei codici del maestro ha permesso di svelare i segreti delle sue incredibili macchine, oggi proposte con accurate ricostruzioni. E grazie alle più innovative tecnologie: il mondo di Leonardo è, infatti, anche virtuale; pannelli touch screen permettono di navigare dentro gli appunti del genio toscano, interagendo con le sue stesse invenzioni.

La mostra approda nel cuore di Milano, nella Galleria Vittorio Emanuele, dopo l’esordio del 2009 a Vigevano – altra città intimamente legata all’estro di Leonardo – e a seguito di un vero e proprio tour internazionale: che l’ha portata a New York e Chicago, Doha e Tokyo. Una mostra in progress, dunque, che vive delle continue evoluzioni della tecnologia digitale e del costante aggiornamento degli studi sui codici leonardeschi.

Il repertorio si arricchisce, a Milano, del funambolico sottomarino meccanico e del cubo magico, ma anche della libellula meccanica e della cosiddetta “macchina volante”: inediti i modellini che danno per la prima volta forma a progetti elaborati oltre cinque secoli fa. Immancabile, poi, un riferimento al Leonardo pittore: ecco la precisa riproduzione del celebre Cenacolo, con l’intervento digitale a risarcire le cadute di colore e il degrado dell’opera.