Notte dei Musei, centinaia di luoghi d’arte aperti gratis

17 maggio 2013


La scorsa edizione ha visto, solo nella città di Roma, un’affluenza di 250mila persone: numeri impressionanti per la “Notte dei Musei”, che torna ad accendere decine di luoghi d’arte sparsi per l’intero territorio italiano. Collezioni pubbliche e private, gallerie d’arte e siti archeologici: sono oltre centocinquanta gli spazi che, a partire dalle 19 di sabato 18 maggio e fino alla mezzanotte, accolgono gratuitamente turisti e visitatori, proponendo un ricco programma di eventi.

Partecipano all’iniziativa buona parte delle più importanti istituzioni culturali del Paese: a Milano eccola Pinacoteca di Brera, ma anche il Cenacolo Vinciano – esaurite in poche ore, per il complesso di Santa Maria delle Grazie, le necessarie prenotazioni; a Firenze gli Uffizi, la Galleria dell’Accademia ma anche Palazzo Vecchio, con la possibilità di una suggestiva passeggiata al chiaro di luna lungo i camminamenti di ronda, con vista mozzafiato sul centro della città.

Roma mette in mostra i propri gioielli, passando da Palazzo Barberini alla Galleria Borghese, prolungando l’orario della Zona a Traffico Limitato fino alle tre di domenica mattina: trasformando così il cuore della Capitale in uno splendido salotto a misura di pedone. Suggestioni archeologiche a Tivoli, con l’apertura straordinaria di Villa Adriana, e tra le rovine di Pompei; atmosfera carica di suggestione nella spettacolare Reggia di Caserta.

Nata in Francia del 2005, la “Notte dei Musei” ha coinvolto nel corso degli anni un numero crescente di partecipanti: sono una trentina, oggi, le nazioni europee che aderiscono all’iniziativa, per un totale di circa tremila luoghi di cultura aperti in via eccezionale al pubblico in orario serale. A partire dal Louvre, che con i suoi oltre 10 milioni di visitatori ogni anno resta il museo più visitato al mondo, e che si anima per l’occasione di cacce al tesoro, concerti ed eventi dedicati ai più piccoli.