Desio, le meraviglie del video-mapping

27 settembre 2013

Proiettano magiche immagini caleidoscopiche sulla facciata di una villa neoclassica. Sono gli artisti ospiti del Kernel Mapping Cinema


L’armonica facciata neoclassica di una dimora storica di fine Settecento. Le più avanzate tecnologie di proiezione video. Due serate magiche quelle che animano a Desio, nel cuore della Brianza, Villa Tittoni Traversi, storica sede dell’avanguardistico Kernel Festival. Una rassegna che combina musica elettronica e videoarte e vive – venerdì 27 e sabato 28 settembre – dell’edizione sperimentale del Kernel Mapping Cinema. Sono tredici gli artisti internazionali in competizione per un contest di cortometraggi realizzati appositamente per il contesto della villa. O meglio: per la sua facciata, trasformata in spettacolare telo da proiezione. Le incredibili costruzioni visive dei vari Andrea Giansanti e Juline Noyer, Roberto Fazio e Luca Agnani e quelle dei collettivi Ouchhh, Paradigme e Telenoika giocano con le ombre disegnate a suo tempo da Piermarini, per un’esperienza di rara suggestione