Milano: musica d’avanguardia con l’Ouverture di Elita

11 settembre 2013


Comincia accompagnando il Milano Film Festival. Si chiude nei giorni caldissimi della settimana della moda. È l’Ouverture  intonata da Elita, cartellone di eventi trasversali che miscela elettronica d’autore e pop d’avanguardia, proponendo eventi ad alto tasso di innovazione. Più che un semplice festival un vero e proprio progetto multidisciplinare, articolato secondo più linguaggi espressivi ed accolto in diversi angoli della città.

Una quindicina gli eventi in calendario: partendo giovedì 12 settembre con l’inaugurazione di un nuovo spazio in zona Navigli e chiudendo domenica 22 con la lunga maratona in musica che anima il Teatro Franco Parenti, accogliendo la performance dello “space-dj” norvegese Prins Thomas e quella di Tim Sweeney. Un appuntamento incorniciato nella visionaria scenografia interattiva disegnata per Ouverture  da Marco Klefisch, che gioca in modo spettacolare con lo stage del Parenti.

Gli spazi sconfinati di una stamperia storica, azienda simbolo della Milano che fu. Oggi riconvertiti a piattaforma per eventi e concerti, in quella fetta di città che tra Lambrate e via Ventura sta vivendo una stagione di intrigante riscoperta. L’area ExBazzi è scenario per il grande party con cui Elita celebra il diciottesimo compleanno del Milano Film Festival: dj set  in salsa caraibica per il Trojan Sound System, nome di punta per la scena reggae e rocksteady europea.

Ma gli ospiti più attesi di Ouverture  sono senza dubbio i De La Soul, collettivo statunitense che a inizio Anni Novanta ha reinventato il modo di fare hip-hop contaminandolo con il jazz. Un gruppo di portata fondamentale per l’evoluzione del rap, in scena al Franco Parenti sabato 21 settembre per presentare “Get Away”, singolo che prelude all’uscita di un album – previsto per fine 2013 –che promette sonorità vicine a quelle dei Wu Tang Clan.