Premi Oscar: vince Paolo Sorrentino. Delusione per Di Caprio

3 marzo 2014


Tutto è bene quel che finisce bene per Paolo Sorrentino, che vede rispettati i pronostici della vigilia e vince l’Oscar per il miglior film straniero: La grande bellezza  trionfa a Los Angeles, nel corso di una premiazione che non è stata affatto avara di sorprese. Partendo dalla clamorosa bocciatura per American Hustle  di David O. Russel, che torna a casa a bocca asciutta nonostante la nomination in dieci diverse categorie.

Il miglior film dell’anno è 12 Anni Schiavo  di Steve McQueen, che con questo riconoscimento vede maturare in via definitiva lo sdoppiamento della sua carriera: da un lato apprezzato videoartista, dall’altro regista ormai entrato nel gotha del cinema internazionale. Il suo film ottiene altre due statuette: quella per la miglior sceneggiatura non originale e quello assegnato a Lupita Nyong’g, splendida outsider in corsa come miglior attrice non protagonista.

Dallas Buyers Club  può vantare, a insindacabile giudizio dell’Academy, sulla più affascinante coppia di interpreti in circolazione. Oscar al miglior attore non protagonista per Jared Leto, successo bissato da Matthew McConaughley che per la sua prova nel film di Jean-Marc Vallée conquista il riconoscimento come miglior attore. Battendo Leonardo Di Caprio, accreditato dai rumors della vigilia come a un passo dalla statuetta. Nessuna sorpresa per la miglior interprete femminile, invece: vince Cate Blanchett, diretta da Woody Allen in Blue Jasmine .

È di Spike Jonze la miglior sceneggiatura originale, mentre il vero trionfatore della serata risulta essere – a sorpresa – il Gravity  interpretatod a George Clooney e Sandra Bullock: sette i riconoscimenti incassati dal film firmato da Alfonso Cuaron, che ritira anche la prestigiosa statuetta come miglior regista. A mani vuote diversi film da cui ci si attendeva di più: partendo dal Philomena  di Steven Frears e arrivando a Nebraska  di Alexander Paine.

[nella foto: Paolo Sorrentino, Toni Servillo e il produttore Nicola Giuliano ritirano l’Oscar per il miglior film straniero – foto Michael Yada © A.M.P.A.S.]