Tatuaggi d’artista in mostra a Londra

23 agosto 2014


Un tatuaggio? È per sempre! Ovviamente al netto di ripensamenti e dolorose – nonché costose! – sedute di copertura o addirittura cancellazione. Sempre in bilico tra genuina espressione culturale e pratica alla moda, l’arte del tattoo si misura per sua natura con il concetto di tempo: giocando sul confine labilissimo tra effimera fugacità ed eternità. A questo scarto ha pensato la curatrice Claudia De Sabe, protagonista a Londra di un progetto unico nel suo genere.

Gli spazi sono quelli, prestigiosi, della Somerset House. In scena fino al prossimo mese di ottobre la mostra Time: Tatto Art Today , evento che vede alcuni tra i più importanti tatuatori della scena britannica (e non solo) dare la propria visione del fluire inesorabile del tempo. Lasciando per una volta da parte aghi e inchiostri, misurandosi invece che sulla pelle nuda dei propri clienti su carta, tela e persino sculture, impugnando inediti attrezzi del mestiere.

Rispondono all’invito firme di primo piano: come Chris Garver, che recupera la mitologia orientale tracciando i suoi delicatissimi Indig dragons  su un candido busto classicheggiante, nel contrasto voluto tra i riferimenti a civiltà tra loro lontane; o come Rose Hardy, che si riferisce invece al bagaglio iconografico fin-de-siècle nel proporre figure di seducenti femme fatale , simbolo dell’eterno irrisolvibile balletto tra Eros e Thanatos.

I misteriosi simbolismi della cultura giapponese tornano nelle elaboratissime figure di  Kazuaki Horitomo Kitamura, mentre artisti come Joe Capobianco o Chuey Quintanar giocano sapientemente con i cliché propri della società contemporanea, attingendo senza remore a un immaginario che indugia nel pop e pesca a piene mani nel trash. Tra teschi e rose sfiorite, procaci diavolesse e lo scorrere impietoso della sabbia all’interno di impietose clessidre…

[nella foto: un’opera di Rose Hardy in mostra a Londra © Silvia Neri]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close