Creatività al cinema con il Milano Design Film Festival

9 ottobre 2014


Non è necessario attendere il Salone del Mobile e la raffica di eventi del Fuorisalone per respirare aria di innovazione e creatività. È sufficiente raggiungere Milano a partire da giovedì 9 ottobre e fino a domenica 12, per il lungo fine settimana dedicato al Design Film Festival: rassegna che indaga grazie all’occhio attento del cinema le ultime istanze nel campo dell’architettura e della produzione di arredi, oggetti, abiti di tendenza.

L’appuntamento alle proiezioni, gratuite, è all’Anteo SpazioCinema: quattro le sale coinvolte in una lunga maratona che ha visto coinvolti, nella selezione delle pellicole in gara, anche il MAXXI, l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi e gli organizzatori della Design Week di Pechino. Un board di caratura internazionale, che permette di aprire uno sguardo su molteplici coni ottici, offrendo una panoramica quanto mai approfondita e puntuale.

Ad aprire la rassegna è un certo Wim Wenders che, con il suo Cathedrals of Culture , racconta attraverso immagini mozzafiato i templi internazionali della cultura – dal Centre Pompidou alla Philharmonie di Berlino. Passando dai documentari dedicati ad Ettore Sottsass e a Lella e Massimo Vignelli si arriva poi all’omaggio ad un luogo leggendario: in This is Plastic  la regista Patrizia Saccò compie un’elegia della discoteca simbolo della Milano da bere, frequentata negli anni da personalità come Andy Warhol, Madonna e Grace Jones.

Anche Sky Arte HD è presente al Milano Design Film Festival, partecipando insieme a Didi Gnocchi e Ultrafragola Channel all’incontro aperto di venerdì 10 ottobre dedicato alla comunicazione della cultura a mezzo video. Una chiacchierata sui metodi e i linguaggi che hanno cambiato il modo di raccontare l’arte sul piccolo e grande schermo: e poi sul web, piattaforma dove sperimentare nuove tecniche di narrazione e di resa dell’immagine.