I film in concorso al Festival di Berlino

20 gennaio 2015


La 65º edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino avrà inizio il prossimo 5 febbraio, inaugurata dalla proiezione – in prima mondiale – dell’ultimo film della regista spagnola Isabel Coixet. Insieme alla sua opera, da ieri conosciamo la lista completa dei film in concorso: 19 dei 23 titoli inclusi nella sezione Competion, annunciati il 19 gennaio, si contenderanno l’Orso d’oro e quello d’argento.

Il programma del Festival include diversi nomi con cui la kermesse berlinese ha già familiarità.
A cominciare dalla stessa Coixet, che in passato ha presentato a Berlino – in differenti sezioni del Festival – sei opere della sua filmografia. Il suo ultimo lavoro, Nobody Wants the Night, va ad aggiungersi all’elenco segnando appunto l’inizio del Festival. Il film è ambientato nel 1908, nella solitudine artica della Groenlandia, dove un gruppo di donne coraggiose e uomini ambiziosi è disposta a giocarsi il tutto per tutto, in nome dell’amore come della gloria. Il direttore della Berlinale, Dieter Kosslick, si è detto molto compiaciuto della scelta di aprire il Festival con il film di Isabel Coixet: la regista, a suo dire, “ha realizzato un emozionante ritratto di due donne in circostanze di vita estreme”.

Berlino ha già dimostrato di gradire anche Andreas Dresen, vincitore di edizioni passate con Nightshapes (1999) e Grill Point (2002), che presenterà quest’anno la produzione franco-tedesca Als wir träumten (As We Were Dreaming). Un altro habitué è Terrence Malick (premiato per The Thin Red Line del 1999), presente nella lista definitiva del 2015 con Knight of Cups.
Eisenstein in Guanajuato segna invece l’ingresso nella competizione del regista Peter Greenaway, che in precedenza era sempre stato ospite della sezione Forum. Debutto pure per Laura Bispuri: la sua opera prima, Vergine giurata, è anche l’unico film italiano in concorso.

L’ultima opera di Wim Wenders, Everything Will Be Fine, è invece fuori dalla competizione nonostante si tratti di una delle più attese prime mondiali: il regista ricorre per la seconda volta al 3D, avvalendosi tra l’altro di un cast che comprende James Franco e Charlotte Gainsbourg.
In effetti, Wim Wenders si è aggiudicato un Orso d’oro prima ancora dell’inizio del Festival: quello alla carriera, che gli verrà consegnato a Berlino durante la cerimonia di premiazione, sabato 14 febbraio.