Consigli per il weekend: retrospettiva Robert Altman a Milano

7 febbraio 2015

America Oggi, regia di Robert Altman, con Tim Robbins e Jack Lemmon. USA, 1993, 193’

Ha inizio questo weekend la programmazione di Robert Altman, l’ampia retrospettiva dedicata da Fondazione Cineteca Italiana al regista statunitense, a novent’anni dalla nascita. Per tutto il mese di febbraio, al MIC – Museo Interattivo del Cinema di Milano sarà possibile ripercorrere la straordinaria carriera di Altamn attraverso undici suoi film, oltre al documentario Altman di Ron Mann – presentato in anteprima per Milano.

Un regista, Robert Altman, particolarmente amato dal pubblico e dalla critica europea. Il padre del cinema indipendente americano, infatti, è tra i pochi autori a essersi aggiudicato il massimo riconoscimento nei tre principali festival cinematografici del Vecchio Continente: Palma D’Oro a Cannes nel 1970 con M.A.S.H. (Mobile Army Surgical Hospital), Orso d’oro a Berlino nel 1976 con Buffalo Bill e gli indiani, Leone d’oro a Venezia nel 1993 con America oggi.

Come anticipato, la retrospettiva è anche l’occasione per presentare al pubblico di Milano il documentario di Ron Man, già proposto alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nel 2014. Complice un cast eccezionale – tra cui ricordiamo Julianne Moore, Bruce Willis, Robin Williams –, il documentario offre uno sguardo intimo e profondo sulla vita e la carriera di uno degli autori più influenti della storia del cinema, scomparso nel 2006.
Attraverso interviste rare, scene di film rappresentativi, materiali d’archivio e testimonianze esclusive di familiari e collaboratori, Ron Mann ha realizzato un vero e proprio tributo all’anticonvenzionale autore di Hollywood, creatore di uno stile unico e universalmente riconosciuto.

I film di Robert Altman in programma a Miano questo fine settimana sono M.A.S.H. (Mobile Army Surgical Hospital) (USA, 1970, 116’, con Robert Duvall e Sally Kellemann), Anche gli uccelli uccidono (USA, 1970, 105′), Nashville (1975, 158’, con Geraldine Chaplin e Roonee Blakley).