Una app per i musei. Targata Sky Arte HD

30 giugno 2015

app Sky Arte Musei

Il tool multimediale più diffuso al giorno d’oggi può trasformarsi in un efficace strumento per imparare divertendosi: Sky Arte HD per i Musei, la nuova mobile app ideata da Sky Italia nell’ambito delle iniziative a favore dei più giovani, unisce l’educazione all’intrattenimento, invitando i bambini e i ragazzi tra i 7 e i 12 anni ad avvicinarsi al mondo dell’arte, a cominciare da alcuni, prestigiosi enti museali.

Il progetto, sostenuto dal Comune di Milano, vede già impegnati quattro musei meneghini: la Galleria d’Arte Moderna, le Gallerie d’Italia – spazio espositivo di Intesa Sanpaolo che pochi anni fa ha conosciuto un riallestimento d’autore, firmato da Michele De Lucchi –, il Museo del Novecento e il Museo Poldi Pezzoli – che hanno messo le proprie collezioni a “virtuale” disposizione dei piccoli utenti. Realizzata in collaborazione con Monti & Taft, da oggi (30 giugno) la app è scaricabile gratuitamente dagli store Google Play e Apple Store, rispettivamente nella versione per iOS e Android, sia in italiano sia in inglese.

Attraverso un linguaggio contemporaneo e fresco, nello stile del canale Sky dedicato alla creatività, ogni museo narra la propria storia grazie a una breve descrizione e una ricca galleria di immagini.
News in tempo reale forniranno aggiornamenti su mostre e attività, mentre giochi intuitivi e ad alta interazione invoglieranno i ragazzi a ricordare le opere custodite da ciascun museo e a volerle conoscere dal vivo, grazie anche alla possibilità di creare un breve percorso di visita usando i QRcode.

I contenuti di edutainment dell’applicazione sono stati approvati dallo European Museum Forum, agenzia internazionale che promuove il valore dei musei e le esigenze dei loro visitatori, specialmente sotto l’aspetto educativo.
Adattabile a diverse tipologie di enti museali e collezioni permanenti, la nuova applicazione firmata Sky Arte HD contribuisce a rendere attuale e sempre più fruibile un patrimonio senza tempo, comunicandolo alle nuove generazioni attraverso modalità espressive e un linguaggio aggiornati.