Lenny Kravitz, da soggetto fotografato… a fotografo

10 agosto 2015

Flash by Lenny Kravitz

Mentre sul web non accennano a placarsi le chiacchiere attorno all’incidente “hot” accaduto qualche giorno fa, durante un concerto a Stoccolma, Lenny Kravitz inaugura la mostra fotografica Flash! alla Leica Camera AG and OstLicht Gallery di Vienna.

Il rocker americano esordisce come fotografo quest’anno, ribaltando il suo quotidiano rapporto con l’obiettivo della macchina fotografica (e non solo). I suoi scatti in bianco e nero catturano fan, groupie e giornalisti che ogni giorno assediano il cantante, nel pubblico e nel privato, nella speranza di riuscire a fotografarlo.
Così, da target, Lenny Kravitz si trasforma in parte attiva di una singolare battaglia combattuta a colpi di flash.

È interessante vedere che le persone che mi seguono per fotografarmi sono diventate i soggetti della mia prima mostra fotografica – racconta la rockstar. – Puntando il fuoco del mio obiettivo su di loro, indirettamente ho ottenuto una visione più profonda di me stesso e del mondo surreale nel quale mi muovo in pubblico. Ciò che prima era invasivo, ora è una meravigliosa danza tra predatore e preda.”

Dopo essere stata allestita alla Leica Gallery a Los Angeles e nella cittadina tedesca di Wetzlar, nel quartier generale della famosa azienda fotografica, la mostra presenta a Vienna una selezione di 50 fotografie contenute nel libro Flash! – da cui la mostra prende il titolo – assieme a ritratti di Mathieu Bitton, che accompagna da tanti anni Kravitz nei suoi tour mondiali, fotografando il cantante in azione sul palco ma anche nei momenti di pausa, tra un concerto e l’altro.