A Mosca, i video di Spielberg sull’Olocausto

24 agosto 2015

Steven_Spielberg

Sono diverse le novità che riguardano il Jewish Museum e Tolerance Centre di Mosca: la prima è che il più grande museo ebraico al mondo – inaugurato nel novembre 2012 – aprirà un nuovo padiglione per ospitare mostre temporanee nell’ex sede del Garage Centre for Contemporary Culture, che dallo scorso giugno ha trovato casa in un nuovo edificio progettato da Rem Koolhaas.

La seconda notizia è che il museo mostrerà nella collezione permanente le testimonianze video dei sopravvissuti all’Olocausto, riprese da Steven Spielberg. Il materiale proviene dall’archivio dell’USC Shoah Foundation, l’ente no-profit fondato dal regista americano nel 1994 dopo aver girato Schindler’s List, che custodisce circa 52mila interviste dei superstiti dell’Olocausto e di altri genocidi.

Infine, dalla primavera 2016, il museo organizzerà mostre nel suo Centre of Avant-garde Art dedicate agli artisti dell’avanguardia russa dimenticati o poco conosciuti, in collaborazione con i musei regionali e nazionali del paese.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close