Milano è donna, con La Grande Madre

26 agosto 2015


Inaugura oggi, mercoledì 26 agosto, La Grande Madre, poderosa esposizione allestita nel cuore di Milano, al primo piano dello storico Palazzo Reale. L’intenso percorso di mostra porta la firma di Massimiliano Gioni – talentuoso curatore classe 1973, già direttore della scorsa Biennale di Venezia e del New Museum of Contemporary Art di New York – e punta a tratteggiare il complesso universo femminile con l’ausilio dell’arte prodotta nell’ultimo secolo.

Fino al 15 novembre, la mostra ideata dalla Fondazione Nicola Trussardi – di cui Gioni è direttore artistico – proporrà al pubblico un viaggio attraverso una preziosa raccolta di oltre 400 opere create da più di cento artisti internazionali, aventi come soggetto ispiratore la figura femminile. Pittura, installazione e fotografia contribuiscono a delineare le tappe di un lungo cammino compiuto dalle donne del Novecento per affermare i propri diritti e la propria identità, lottando contro il potere dei cliché.

Maternità, emancipazione, sessualità, famiglia e politica sono solo alcuni dei temi indagati dalla mostra milanese, che “riscrive” la storia di un secolo dal punto di vista femminile. Una riflessione sul potere della donna, inteso non solo come forza generativa della madre, ma anche come strumento negato e ancora faticoso oggetto di conquista da parte del genere femminile. Seguendo una narrazione trasversale attraverso epoche e argomenti, la rassegna crea un affresco composito e mai definitivo.

Dalle prime protagonista del cinema, come la regista Alice Guy-Blaché, al fondamentale ruolo giocato nell’ambito delle avanguardie storiche – messo in evidenza, tre le altre, dalle opere di Mina Loy, Umberto Boccioni e Marisa Mori – la trasformazione che ha coinvolto la donna segue la linea del tempo e continua a trovare un corrispettivo nell’arte. Imperdibili la selezione di opere di Louis Bourgeois e le testimonianze dei tesi Anni Sessanta e Settanta rese da Yoko Ono, Joan Jonas e VALIE EXPORT, ma anche le voci più recenti di Sarah Lucas e Marlene Dumas, graffianti interpreti di un’identità che supera i confini dei ruoli.

[Immagine in apertura: Opere di Cindy Sherman nella mostra La Grande Madre, a cura di Massimiliano Gioni, promossa da Comune di Milano | Cultura, ideata e prodotta dalla Fondazione Nicola Trussardi insieme a Palazzo Reale; Palazzo Reale, Milano, dal 26 agosto al 15 novembre 2015. Photo: Marco De Scalzi, Courtesy Fondazione Nicola Trussardi, Milano]