La Madonna di Andrea di Nerio torna ad Arezzo

15 dicembre 2015

ANDREA-DI-MERIO-Madonna-con-Bambino-arezzo-trecento-pittura-tavola

Ritorna ad Arezzo la Madonna con Bambino di Andrea di Nerio, anche se soltanto per un rimpatrio temporaneo. Da tempo custodita all’estero dall’antiquario Giovanni Sarti, l’opera è stata prestata alla città in cui fu dipinta, per una mostra che intende rivalutare il Trecento aretino.

La tavola cuspidata raffigura la Madonna a mezzo busto, con il Bambino in braccio, su fondo oro, su cui furono incise a mano libera decorazioni naturalistiche. L’opera resterà esposta nella Casa Museo Bruschi sino al 31 gennaio 2016, come tappa di un itinerario diffuso per la città alla scoperta di altre opere, tra affreschi, dipinti e sculture, di Andrea di Nerio, di suoi collaboratori e anche di allievi, tra cui il più famoso, Spinello di Luca detto Spinello Aretino.

Promosso dalla Fondazione Ivan Bruschi, con la consulenza scientifica di Carlo Sisi e curata dalla storica dell’arte Isabella Droandi, l’evento è il primo appuntamento del ciclo Ritorni, “che ha l’ambizione – spiega Lucio Misuri della Fondazione Ivan Bruschi  – di promuovere il ritorno a casa di importanti opere d’arte, allontanatesi dal territorio aretino in tempi più o meno lontani, perché possano essere viste da vicino, apprezzate e valorizzate nel loro contesto culturale d’origine”.