I disegni di Leonardo da Vinci, in versione 2.0

30 marzo 2016

Leonardo da Vinci, Diluvio (1517-1518 circa) matita nera, penna e due inchiostri con acquerellature marroni su carta non preparata; 162 x 203 mm The Royal Collection / HM Queen Elizabeth II

Genio indiscusso della pittura rinascimentale, Leonardo da Vinci ha saputo distinguersi anche come abile disegnatore, cimentandosi nei famosi studi di anatomia umana e animale. Punto di riferimento per intere generazioni di artisti, le sue opere grafiche hanno rappresentato un valido strumento pure in campo medico, surclassando le conoscenze allora raccolte in ambito anatomico.

Al limite tra indagine artistica e ricognizione scientifica, i disegni di Leonardo stupiscono ancora per l’incredibile precisione dei tratti e per l’accuratezza delle indicazioni, redatte dallo stesso artista con la famosa tecnica della scrittura a specchio, da destra a sinistra.

Oggi, l’incredibile patrimonio di disegni leonardeschi custodito dal Buckingham Palace’s Royal Collection Trust è stato reso disponibile al grande pubblico, con un importante intervento di digitalizzazione.
Decine di opere grafiche sono ora consultabili e scaricabili online sul sito dell’archivio britannico, mentre una app pensata per iPad offre agli utenti la traduzione in inglese delle note leonardesche e una serie di interviste a esperti, sulle scoperte anatomiche compiute dal maestro del Rinascimento.