L’arte si mette in viaggio. Sulle orme di Stendhal

31 marzo 2016


Mancano pochi giorni all’arrivo, sui grandi schermi italiani, di San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D, il documentario che, dall’11 al 13 aprile, accompagnerà il pubblico in un emozionante viaggio nel cuore di architetture senza tempo, grazie all’ausilio della tecnologia a tre dimensioni.

In attesa della proiezione del film realizzato da Sky 3D insieme al Centro Televisivo Vaticano, in collaborazione con Nexo Digital, Magnitudo Film e Sky Arte HD, le stazioni ferroviarie di Milano e Roma faranno da cornice a due grandi interventi luminosi e interattivi, che celebreranno il fil rouge narrativo della pellicola: i brani tratti dalle Passeggiate Romane di Stendhal, che nell’Ottocento visitò le quattro basiliche papali durante il suo Grand Tour.

In collaborazione con il Touring Club Italiano, dall’1 al 3 aprile, la Galleria delle Carrozze nella Stazione Centrale di Milano accoglierà La Porta del Viaggiatore, l’innovativa installazione di luce che poi, dal 6 all’8 aprile, sarà allestita presso la Galleria dei Taxi della Stazione Termini. Due luoghi simboli del viaggio faranno da sfondo a una piattaforma dotata di touch screen interattivo e di una grande porta luminosa: avvicinandosi al touch screen, i passanti potranno visualizzare la copertina di un grande taccuino da viaggio, simile a quello usato da Stendhal nel suo Grand Tour, e scegliere il loro percorso preferito – spirituale, romantico, avventuroso oppure culturale.

A seconda della tipologia prescelta, l’installazione proporrà brani a tema di Stendhal e si colorerà della tinta associata al viaggio prescelto, dando vita a un inedito gioco di luci. Attraversando la porta, il visitatore si troverà immerso in una delle quattro Basiliche protagoniste del film accompagnato dalle citazioni audio di Stendhal, vivendo un’esperienza davvero coinvolgente. Il pubblico potrà poi raccontare sui social network il proprio viaggio in Italia usando l’hashtag #ilmioviaggiomania. Il tutto in concomitanza con la terza edizione della #MuseumWeek, l’appuntamento che vedrà oltre tremila istituzioni di tutto il mondo raccontare su Twitter la propria realtà, ispirandosi ai valori della memoria, della tutela e della tolleranza.